La «Maestà Sofferente» a Milano: quegli spilli siamo noi

Di Virginia Monteleone – Nella settimana milanese del Salone del Mobile non è mancata la grande contestazione per l’installazione di Gaetano Pesce, Maestà Sofferente, la grande immagine semi antropomorfa che rivendica l’orrore e le sofferenze vissute da molte donne vittime di abusi. Continua a leggere “La «Maestà Sofferente» a Milano: quegli spilli siamo noi”

Annunci

La minaccia russa sulla regione baltica?

Di Marco Tronci – Era il 1991 quando la Lituania dichiarava la sua indipendenza dall’Unione Sovietica, dopo aver subito due invasioni nel 1940 e nel 1944, quest’ultima durata fino al crollo dell’URSS. Continua a leggere “La minaccia russa sulla regione baltica?”

Tanti soprannomi e un solo obiettivo: conquistare gli USA. Chi è Elizabeth Warren

Di Gabriele Imperiale – «Pocahontas», «Il cane da guardia delle banche», «Lo sceriffo di Wall Street»: i soprannomi aldilà dell’oceano già si sprecano. E molti altri, di certo, verranno creati nei prossimi mesi per Elizabeth Ann Warren. La 69enne senatrice del Massachusetts – varcherà la soglia dei 70 a giugno – li ha guadagnati tutti sul “campo” e continuerà a farlo durante le prossime primarie democratiche. Continua a leggere “Tanti soprannomi e un solo obiettivo: conquistare gli USA. Chi è Elizabeth Warren”

Dogon vs Fulani: il massacro maliano rimasto inosservato

Di Giulia Vicari – Uomini armati appartenenti all’etnia Dogon, hanno massacrato più di 150 persone della tribù Fulani, nel villaggio di Ogossagou, in Mali (regione di Mopti). Continua a leggere “Dogon vs Fulani: il massacro maliano rimasto inosservato”

Volevano la pace e invece ha vinto Netanyahu

Di Maddalena Tomassini – Il quinto mandato per Benjamin Netanyahu sembra ormai inevitabile. Non basta il pari e patta strappato dal suo avversario Benny Gantz, che con il 94% dei voti scrutinati si è assicurato 35 seggi della Knesset: Netanyahu ha tutte le alleanze necessarie per chiedere al presidente Reuven Rivlin il mandato per formare il governo. Continua a leggere “Volevano la pace e invece ha vinto Netanyahu”

Tanto tuonò che piovve

Di Francesco Paolo Marco LetiL’ultimo “economic survey dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è impietoso nei confronti del nostro Paese: oltre ad indicare le difficoltà congiunturali alle quali l’Italia va incontro, sottolinea come le politiche economiche messe in campo dal Governo, non solo non saranno decisive per un recupero, ma addirittura peggioreranno il quadro. Continua a leggere “Tanto tuonò che piovve”