Chi più e chi meno Euro

Di Ugo Lombardo – Grazie al rapporto intitolato 20 anni di Euro: vincitori e vinti, redatto dal think tank tedesco del Centre for European Policy (Cep) di Friburgo, è stato possibile mettere in evidenza come il problema della competitività tra i vari Stati dell’Eurozona «rimane irrisolto» e «deriva dal fatto che i singoli paesi non possono più svalutare la propria valuta per rimanere competitivi a livello internazionale».

Continua a leggere “Chi più e chi meno Euro”

Annunci

Lo spauracchio della manovra bis: lo scontro continua

Di Vincenzo Mignano – Mercoledì 27 febbraio 2019 verrà pubblicato, dalla Commissione europea, assieme a quelli relativi agli altri Stati membri, il Country report dedicato all’Italia, attraverso cui Bruxelles si esprimerà sulle strategie economiche intraprese dal Governo giallo-verde. Secondo le prime anticipazioni, fornite da Repubblica, il fascicolo di circa 50 pagine attaccherebbe drasticamente i principali punti di forza posti alla base della legge di bilancio italiana 2019, in quanto la renderebbero priva di «misure capaci di impattare positivamente sulla crescita di lungo termine».

Continua a leggere “Lo spauracchio della manovra bis: lo scontro continua”

De-PIL-ata?

Di Francesco Paolo Marco Leti – Le Istituzioni nazionali e internazionali che hanno diramato i propri bollettini hanno, in parte, risposto a questa domanda. Infatti, si è passati dall’1,5% del Documento di Economia e Finanza (DEF), all’1% della legge di bilancio, allo 0,6% del Fondo Monetario Internazionale (FMI) e Banca d’Italia, allo 0,2% della Commissione Europea e, per concludere, allo 0,3% di Fitch Ratings. Continua a leggere “De-PIL-ata?”

Profumo di ottimismo in un clima di recessione tecnica

Di Ugo Lombardo – È da giorni che si parla di recessione tecnica, termine di cui il linguaggio politico si è appropriato per giustificare i due trimestri di calo del Pil, rafforzando l’idea di un fenomeno di recessione meno importante (o transitorio) e grave. Continua a leggere “Profumo di ottimismo in un clima di recessione tecnica”

Il presunto neocolonialismo del Franco CFA

Di Francesco Paolo Marco Leti – Facciamo un poco di chiarezza sull’idea che il Franco CFA sia alla base di una forma nuova di colonialismo, uno strumento coloniale francese. L’aspetto politico della disputa riguardante la presunta correlazione fra Franco CFA e movimenti migratori è stata pregevolmente affrontata, e smentita, dall’articolo pubblicato la scorsa settimana, nel cui ambito è possibile ritrovare, inoltre, una definizione, per sommi capi, circa le aree interessate da queste unioni monetarie e i paesi partecipanti. Continua a leggere “Il presunto neocolonialismo del Franco CFA”

Brexit or Brextinct?

Di Vincenzo Mignano – La sonora sconfitta subita dal Primo Ministro britannico, Theresa May, lo scorso 15 gennaio, al Parlamento di Westminster, ha reso più concreti i possibili scenari economici derivanti dal fenomeno Brexit. Continua a leggere “Brexit or Brextinct?”