Eva Frapiccini: il pensiero che non diventa azione avvelena l’anima

Di Alessia Bonura – Il 2018 è l’anno del capoluogo siciliano: Palermo, infatti, non solo si è affermata come Capitale della Cultura ma è anche sede di una delle più importanti Biennali itineranti di arte contemporanea ovvero Manifesta – arrivata alla sua dodicesima edizione – iniziata il 14 giugno scorso e che terminerà il 4 Novembre del medesimo anno. Dunque, una città artisticamente in fermento, vista anche la ricca programmazione che offre il calendario dell’ “evento tra gli eventi”. Una città, altresì, cosmopolita che ha accolto turisti da ogni dove, generosa come sempre di mostrarsi nella sua bellezza sia naturale che artefatta nel particolare, in modo da lasciare un ricordo vivido nelle menti e nei cuori dei visitatori. Continua a leggere “Eva Frapiccini: il pensiero che non diventa azione avvelena l’anima”

Annunci

Gli “effetti collaterali” di Manifesta 12, il sintomo persiste

Di Soraja Fiotti – Questa settimana sono iniziati ufficialmente gli eventi collaterali di Manifesta 12. Il tema di questa edizione della Biennale nomade che quest’anno ha posato i suoi occhi su Palermo, intitolata “Il Giardino planetario. Coltivare l’esistenza”, ruota attorno al concetto di coesistenza e stratificazione culturale come uniche condizioni per la sopravvivenza del genere umano. Fra le diverse possibilità che offriva il programma, ci siamo soffermati su tre eventi che, tra un bicchiere di vino e l’altro, abbiamo deciso di visitare.  Continua a leggere “Gli “effetti collaterali” di Manifesta 12, il sintomo persiste”

Diversamente identici. Meditazioni fotografiche sul rapporto fra doppio e icona

Da Inchiostro Virtuale

Di Alessandro PagniIl tradimento dell’icona. Una celebre immagine dei fratelli Alinari, spesso citata quando si mette in discussione l’attendibilità assoluta del medium fotografico, mostra due ritratti del re Vittorio Emanuele II, che convivono, per praticità e ragioni economiche, sul medesimo supporto. Continua a leggere “Diversamente identici. Meditazioni fotografiche sul rapporto fra doppio e icona”