Nuove storie riemergono a Pompei: il fuggitivo senza testa

Di Virginia Monteleone – L’hanno definito «l’ultimo fuggiasco di Pompei» lo scheletro che è stato ritrovato nella zona detta Regio V. «Sono lavori che fanno parte del grande progetto Pompei, servono per la messa in sicurezza del territorio e sono fronti di scavo tra la parte già esplorata e quella non ancora scavata. Sono tutti nella Regio V», così afferma Massimo Osanna, soprintendente degli scavi. Continua a leggere “Nuove storie riemergono a Pompei: il fuggitivo senza testa”

Annunci

Storie dal fronte: i cento giorni di “Morte Bianca”

Di Marco Cerniglia – “Morte Bianca” è l’appellativo con cui venne definito Simo Häyhä, un cecchino che fece parte dell’esercito finlandese durante la Guerra d’inverno, contro l’Unione Sovietica. Nato a Rautjärvi, città dell’allora Impero Russo, il 17 dicembre del 1905, si arruolò a vent’anni nell’esercito finlandese indipendente. Continua a leggere “Storie dal fronte: i cento giorni di “Morte Bianca””

Settant’anni della “signora d’Italia”: la Costituzione

Era il 27 Dicembre del 1947 e il Capo provvisorio dello Stato, Enrico de Nicola, si apprestava a promulgare la Costituzione della Repubblica Italiana, che sarebbe entrata in vigore il 1° gennaio 1948. Continua a leggere “Settant’anni della “signora d’Italia”: la Costituzione”

La risoluzione ONU che vietò l’occupazione violenta territoriale

Il 22 novembre 1967, all’indomani della Guerra dei Sei Giorni, il Consiglio di sicurezza dell’ONU vota la risoluzione 242.

Emanata sulla scorta del capitolo VI della Carta delle Nazioni Unite, relativo alla risoluzione pacifica delle controversie, la risoluzione ha natura di raccomandazione ma non è vincolante. Essa ribadisce nel preambolo uno dei principi chiave del diritto internazionale moderno: l’impossibilità dell’acquisizione territoriale in conseguenza dell’uso della forza. La risoluzione stabilisce altresì due condizioni necessarie per il raggiungimento di una pace “giusta e duratura” nella regione del Medio Oriente: un ritiro militare israeliano ed il reciproco riconoscimento tra gli Stati. Continua a leggere “La risoluzione ONU che vietò l’occupazione violenta territoriale”