Trump fa tutto da solo: colpisce Teheran, l’Europa, tutti

Di Daniele Monteleone – La scorsa settimana il mondo è stato scosso da una nuova misura del presidente americano Donald Trump, tutt’altro che inaspettata. Trump ha annunciato il ritiro dall’accordo sul nucleare iraniano firmato durante l’amministrazione Obama, dando credito alle accuse israeliane di violazioni degli accordi da parte di Teheran e assecondando la richiesta dello stesso primo ministro israeliano di riattivare le vecchie sanzioni. Continua a leggere “Trump fa tutto da solo: colpisce Teheran, l’Europa, tutti”

Annunci

La «principessa rossa» Maryam Firouz: una vita travagliata per la difesa delle donne iraniane

Di Sabrina Landolina – La principessa Maryam Firouz Farman Farmaian, morta a Teheran all’età di 94 anni, nel marzo del 2008, fu  uno degli ultimi membri sopravvissuti del movimento femminista politico di inizio del XX secolo in Iran. Figlia del principe Abdol Hossein Mirza Farman Farmaian e Batoul Khanoum, Maryam è nata nella città di provincia di Kermanshah ed è stata educata a Teheran presso la scuola francese, l’école Jean d’Arc. Continua a leggere “La «principessa rossa» Maryam Firouz: una vita travagliata per la difesa delle donne iraniane”

L’imprevedibilità di Trump e le sorti dell’accordo sul nucleare iraniano

Di Riccardo PassantinoCon l’uscita di scena di Barack Obama, il primo Presidente afroamericano nella storia degli Stati Uniti d’America e l’elezione di Donald Trump, un imprenditore milionario prestato alla politica, era chiaro che la politica americana avrebbe subito un forte cambiamento. Ma l’intensità di questo cambiamento era difficile da immaginare.   Continua a leggere “L’imprevedibilità di Trump e le sorti dell’accordo sul nucleare iraniano”

Il Caffè e l’Opinione | Che è successo in Iran?

Di Simone Bonzano – «State sicuri che i vostri compagni dell’esercito della Repubblica Islamica saranno sempre pronti a combattere i raggiri del Grande Satana [gli Stati Uniti]». Così il generale iraniano Abdolrahim Mousavi ha commentato il 4 gennaio la “fine” delle proteste popolari in Iran cominciate il 28 dicembre. Continua a leggere “Il Caffè e l’Opinione | Che è successo in Iran?”

Attentati di Teheran: cosa è successo, cosa succederà

L’Iran ha subito una coppia di attentati coordinati e mirati a colpire due simboli del regime di Teheran. Un gruppo di quattro uomini ha colpito il parlamento iraniano, mentre simultaneamente un attentatore suicida si è fatto esplodere nel mausoleo di Khomeini. Si tratta di un doppio attacco tutt’altro che casuale – e come spesso accade, il messaggio è estremamente simbolico– che ha toccato il centro politico, il parlamento, il Majid,e l’anima originaria della nazione (il mausoleo dell’amato fondatore della repubblica iraniana), Ayatollah Khomeini, protagonista della rivoluzione improntata al fondamentalismo religioso, impostazione di potere che vive ancora oggi. Lo Stato Islamico si è affrettato ad assumersi la paternità dell’attacco che ha causato la morte di 12 persone ed il ferimento di una quarantina tra passanti, turisti e dipendenti dell’edificio istituzionale. Ma il quadro è più ampio e complesso, come sempre, come tutte le vicende del terrorismo islamista. Continua a leggere “Attentati di Teheran: cosa è successo, cosa succederà”