Lorenzo Orsetti, il Tekoser dal cuore buono

Di Gaia Garofalo – Lorenzo Orsetti, ragazzo di 33 anni della provincia di Firenze nato il 13 febbraio 1986 si è unito alle milizie curdo-arabe delle YPG un anno e mezzo fa. Il suo nome di battaglia era Tekoser, combattente.

Continua a leggere “Lorenzo Orsetti, il Tekoser dal cuore buono”

Annunci

I bambini siriani non hanno pace, solo sogni

Di Gaia Garofalo – Dal 2011 ad ora sono nati più di 4 milioni di bambini in Siria dell’età di 8 anni, stessa drammatica età della guerra ancora in corso. Più di 4 milioni di bambini dell’età di 8 anni, sono nati precariamente in una vita di macerie e crescono nella fuga, nel pericolo, su di un aquilone in bilico tra l’infanzia e la morte.

Continua a leggere “I bambini siriani non hanno pace, solo sogni”

I Foreign Fighters torneranno a casa?

Di Marco Cerniglia – Avevamo già visto, in altre analisi della situazione siriana, come il rientro delle truppe americane annunciato dal Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, stesse provocando numerose reazioni contrarie tra gli alleati esteri, e causando anche dei dissidi all’interno del suo stesso governo. La situazione, tornata apparentemente alla normalità dopo le turbolenze iniziali, è stata ora nuovamente destabilizzata dall’ultima provocazione presidenziale, stavolta mirata all’Europa. Continua a leggere “I Foreign Fighters torneranno a casa?”

Risvolti di un ritiro annunciato

Di Marco Cerniglia – Della crisi in Siria ormai se ne parla quasi quotidianamente. Un conflitto che sta ormai per compiere il suo ottavo anno di età, definito una guerra civile dal Comitato Internazionale della Croce Rossa. Tuttavia, nonostante la sua natura geograficamente localizzata, le ripercussioni di ciò che avviene al suo interno si fanno sentire a livello mondiale, e anche molte decisioni dello scacchiere politico internazionale vengono prese sulla base di quanto sta succedendo all’interno di quei confini. Continua a leggere “Risvolti di un ritiro annunciato”

La guerra non è finita

Di Francesco Puleo – Il 19 dicembre scorso, il presidente degli Stati Uniti ha annunciato la sua decisione di ritirare le truppe americane dalla Siria. La giustificazione di Trump è che l’ISIS è stato sconfitto, sebbene fino a settembre, in base ai report ufficiali dell’ONU e del Pentagono, il numero dei miliziani afferenti allo Stato Islamico si aggirasse ancora attorno alle trentamila unità. Continua a leggere “La guerra non è finita”

Conclusione al dossier “Primavere Arabe”

Di Davide Renda – Nei precedenti sette appuntamenti con il dossier sulle così denominate “Primavere arabe”, che si chiuderà con questo articolo conclusivo, abbiamo affrontato da molti punti di vista un fenomeno che ha sconvolto lo scenario statale, umano e geopolitico di un’area comprendente decine di paesi appartenenti al mondo arabo e musulmano. Continua a leggere “Conclusione al dossier “Primavere Arabe””