La guerra non è finita

Di Francesco Puleo – Il 19 dicembre scorso, il presidente degli Stati Uniti ha annunciato la sua decisione di ritirare le truppe americane dalla Siria. La giustificazione di Trump è che l’ISIS è stato sconfitto, sebbene fino a settembre, in base ai report ufficiali dell’ONU e del Pentagono, il numero dei miliziani afferenti allo Stato Islamico si aggirasse ancora attorno alle trentamila unità. Continua a leggere “La guerra non è finita”

Annunci

Il mondo tra due trappole

Di Francesco Polizzotto – Per conoscere la realtà che ci circonda e per agire su di essa ci serviamo spesso di rappresentazioni sociali e di immagini semplificate, che condividiamo con altri. L’immagine dell’altro è quella di un potenziale nemico, deciso a danneggiarci per raggiungere dei vantaggi, oppure è quella di un potenziale amico con cui è possibile cooperare? Continua a leggere “Il mondo tra due trappole”

Abolita la politica del figlio unico: cambio di rotta per la Cina?

Di Rita Blandino – I fattori che hanno permesso alla Cina di occupare la posizione attuale sono numerosi, e traggono origine da strategie di crescita messe a punto dalle più avanzate potenze straniere, interessate a favorire la fuoriuscita di numerosi Paesi da una condizione di sottosviluppo, nonché da numerose politiche interne, frutto di uno Partito Comunista dominante. Continua a leggere “Abolita la politica del figlio unico: cambio di rotta per la Cina?”

Rivoluzione cinese: la nascita della Repubblica Popolare

Da Inchiostro Virtuale

Di Mauro Bruno – Per capire meglio l’impatto della Rivoluzione cinese occorre fare un passo indietro al primo decennio del secolo scorso. Fino a quel periodo, infatti, esisteva ancora l’impero cinese, che, con numerosi imperatori di varie dinastie succedute nei secoli, esercitava il proprio potere da circa 2.000 anni. Continua a leggere “Rivoluzione cinese: la nascita della Repubblica Popolare”

Il grande balzo all’indietro di Xi Jinping

Di Davide Renda – Sono 2.958 i voti favorevoli, due i contrari e tre gli astenuti. Con un plebiscito il Congresso nazionale del popolo cinese ha approvato una riforma costituzionale che permette al Presidente Xi Jinping di restare potenzialmente in carica per tutta la sua vita. Nel 1982 era stato Deng Xiaoping ad introdurre il tetto dei due mandati per evitare il concentramento dei poteri e il culto della personalità dopo l’esperienza maoista durata fino al 1976; proprio per tale motivo ciò che è successo è un grande balzo all’indietro che ricorda la Cina di Mao. Continua a leggere “Il grande balzo all’indietro di Xi Jinping”

La “Nuova via della seta” cinese: ottimizzazione e sviluppo infrastrutturale del Mezzogiorno

Di Rita Blandino – Con il lancio della Nuova via della seta cinese, meglio conosciuta a livello mondiale come “One Belt, One Road“, continenti quali l’Asia, l’Africa, l’Europa e in parte anche l’America, sono stati coinvolti in una nuova fase di crescita e cooperazione basata sulla centralità di un nuovo sviluppo infrastrutturale e commerciale. Continua a leggere “La “Nuova via della seta” cinese: ottimizzazione e sviluppo infrastrutturale del Mezzogiorno”