Ogni Bambino è vita: l’UNICEF lancia l’allarme sulla mortalità infantile

Di Beatrice Raffagnino – Il 1° gennaio 2018 sono nati nel mondo 386.000 bambini.  Il 2 gennaio migliaia di loro sono morti per cause prevenibili. Molti possono essere i motivi dietro la morte di un neonato. Non c’è tuttavia ragione perché ciò continui ad avvenire. Continua a leggere “Ogni Bambino è vita: l’UNICEF lancia l’allarme sulla mortalità infantile”

Annunci

Palme da olio: esotiche? No, distruttive

Di Martina Costa – L’olio di Palma è l’olio vegetale più commercializzato al mondo. La sua presenza nel mercato globale internazionale è onnipresente. Un acceso dibattito l’ha posto nel mirino dell’attenzione pubblica e delle critiche dei consumatori più o meno consapevoli, ma certamente irrimediabilmente preoccupati per la loro salute. Non staremo qui però a discutere sulla qualità del prodotto o sui suoi effetti. Parleremo piuttosto di quello che succede prima che l’olio arrivi alle nostre tavole. Probabilmente qualcuno si sarà domandato: ma tutto quest’olio, dove verrà mai prodotto? Continua a leggere “Palme da olio: esotiche? No, distruttive”

Il caso Evans, la legge dell’Uomo vince sulla Divina Provvidenza

Di Simonetta Viola – Alfie Evans nasce il 9 maggio 2016 da Thomas Evans, 20 anni e Kate James, 19 anni. Nel dicembre dello stesso anno, a 7 mesi dalla nascita del piccolo, quest’ultimo viene ricoverato in terapia intensiva presso l’Alder Hey Children’s Hospital di Liverpool. La malattia neurologica degenerativa risulta sconosciuta e non fa presagire un futuro duraturo ne adatto a una condizione “umana” per il neonato. Continua a leggere “Il caso Evans, la legge dell’Uomo vince sulla Divina Provvidenza”

David Buckel, noi restiamo qui

Di Gaia Garofalo – Sabato 14 aprile, alle 6:30 del mattino, David Stroh Buckel si è suicidato nel Prospect park di Brooklyn, dandosi fuoco dopo essersi cosparso di benzina. Le ragioni di questo atto tanto disperato quanto ragionato – da molti paragonata alle autoimmolazioni dei monaci buddisti durante la guerra del Vietnam – sono state rese note da Buckel stesso tramite delle mail spedite alle maggiori testate Usa, nonché da un biglietto manoscritto trovato in un carrello (assieme ad alcuni effetti personali) vicino al luogo del decesso: Continua a leggere “David Buckel, noi restiamo qui”

Iqbal, il bambino che sfidò il racket dei tappeti in Pakistan

Di Saida Massoussi – Era il 16 Aprile del 1955. Mentre ritornava a casa in bicicletta nel suo villaggio Muritke in Pakistan, Iqbal Masih perdeva la vita ucciso dagli uomini della mafia dei tappeti pakistani. All’’epoca dell’’uccisione Iqbal aveva solo 12 anni. Venne assassinato perché aveva avuto il coraggio di denunciare lo sfruttamento minorile dilagante nel suo Paese. Continua a leggere “Iqbal, il bambino che sfidò il racket dei tappeti in Pakistan”