L’indistruttibile falange dei “barbari” macedoni

Di Daniele Monteleone – L’impero di Alessandro Magno è opera di uno dei più grandi condottieri della storia, ma certamente è anche il risultato di una tattica militare ben precisa, studiata e perfezionata negli anni. Stiamo parlando della celebre falange macedone, la formazione dell’esercito che ha permesso ad Alessandro Magno di spingersi ai confini del mondo conosciuto allora. Ma l’esercito che distrusse il persiano Serse deve molto al suo principale ideatore, Filippo II, colui che mise in atto diverse modifiche per rendere invincibili i suoi uomini. Continua a leggere “L’indistruttibile falange dei “barbari” macedoni”

Annunci

Quando la guerra uccide anche senza combattere

Di Marco Cerniglia – Il 7 febbraio 2018, alla Camera dei Deputati, è stato presentato un
documento molto importante: la relazione finale della Commissione parlamentare d’inchiesta sull’utilizzo di amianto e di uranio impoverito nelle operazioni della Difesa. Continua a leggere “Quando la guerra uccide anche senza combattere”

Sicurezza in Italia, pistola Taser in dotazione alle forze dell’ordine

Di Marco Tronci – Da circa quattro mesi le forze dell’ordine italiane hanno avviato la sperimentazione della pistola Taser, arma di difesa personale che si avvale dell’utilizzo dell’elettricità per paralizzare un soggetto facendone contrarre i muscoli. Attualmente circa 700 paesi ne fanno uso ed è ritenuto uno degli strumenti più efficaci per il mantenimento dell’ordine pubblico. Continua a leggere “Sicurezza in Italia, pistola Taser in dotazione alle forze dell’ordine”

C’era una volta (e c’è ancora) in America: sparatorie e armi troppo libere

Di Marco Cerniglia – Leggi permissive, nessun controllo e facile reperibilità: le armi negli USA, e la regolamentazione in merito, sono sempre state un punto cruciale della politica a stelle e strisce. Tuttavia, ancora oggi, nessuno è riuscito, per mancanza di supporto o per negligenza, a trovare una soluzione concreta. Continua a leggere “C’era una volta (e c’è ancora) in America: sparatorie e armi troppo libere”

Guerra all’Isis: non basta un chilometro di distanza per sfuggire ai cecchini britannici

Di Marco TronciUn buon tiratore e il suo fucile sono un arma infallibile. Un nuovo record è stato stabilito in Siria, dove attualmente si combatte senza sosta la guerra al terrorismo. In questi giorni infatti un tiratore scelto britannico, la cui identità per motivi di sicurezza non è stata svelata neanche dai tabloid inglesi, ha effettuato un colpo da maestro, uccidendo un noto esponente dell’Isis a una distanza di 1.500 metri. Continua a leggere “Guerra all’Isis: non basta un chilometro di distanza per sfuggire ai cecchini britannici”