Brexit strategy

Di Francesco Puleo – Per provare a immaginare che ne sarà del Regno Unito, dell’Unione Europea e di tutti i nostri compaesani emigrati a Londra, dobbiamo partire dal principio. La scelta dell’ex primo ministro David Cameron di indire un referendum sulla Brexit il 23 giugno del 2016 è riconducibile al successo inaspettato alle elezioni europee del 2014 dell’UKIP, partito euroscettico guidato dall’istrionico Nigel Farage, sorta di Beppe Grillo inglese che alla professione di comico ha preferito l’alta finanza. La sfida a Farage ha spinto Cameron, certo della sua vittoria, a indire quel referendum. Sappiamo tutti com’è andata a finire. Continua a leggere “Brexit strategy”

Annunci

La TAV della discordia

Di Antinea Pasta – Sabato 12 gennaio il fronte Sì Tav, guidato dalle cosiddette Madamin, le sette imprenditrici favorevoli alle Grandi opere, è tornato in Piazza Castello a Torino per ribadire il sostegno alla linea ad alta velocità tra Francia e Italia. In piazza erano presenti imprenditori, associazioni di categoria, sindacati, società civile e molti amministratori e sindaci non solo piemontesi ma giunti dal Veneto, Lombardia e Liguria. Continua a leggere “La TAV della discordia”

Cesare Battisti torna in Italia: la fanfara e il silenzio

Di Maddalena Tomassini – «Matteo Salvini, il piccolo regalo sta arrivando», ha twittato Eduardo Bolsonaro, figlio del presidente del Brasile e deputato federale. E che regalo. Cesare Battisti è stato catturato in Bolivia sabato pomeriggio, intorno alle 17. In Italia erano le 22. L’ex-terrorista passeggiava per le vie di Santa Cruz de La Sierra, nell’entroterra della Bolivia, indossando barba e baffi finti. Un travestimento che non è valso a molto, quando gli agenti boliviani – dietro l’input degli investigatori di Milano – lo hanno avvicinato. Continua a leggere “Cesare Battisti torna in Italia: la fanfara e il silenzio”

Il lato (non) oscuro dell’Arabia Saudita

Da Inchiostro Virtuale

Di Virginia Taddei – Che l’Arabia Saudita non fosse un Paese per donne era cosa nota, anche se la concessione di poter conseguire la patente di guida e la recentissima novità in materia di divorzio, per il quale ora si prevede un avviso tramite sms, potrebbero far pensare a piccolissimi margini di miglioramento. Continua a leggere “Il lato (non) oscuro dell’Arabia Saudita”

Tra dubbi e slogan inizia il semestre romeno al Consiglio dell’Ue

Di Daniele Monteleone – Oggi inizia ufficialmente la presidenza romena del Consiglio dell’Unione europea, la prima dall’ingresso del paese dell’Est europeo nell’Ue avvenuto nel 2007. La Romania avrà a che fare con dossier molto importanti per il futuro dell’Unione: la Brexit, il bilancio 2021-2027 e l’appuntamento cruciale delle elezioni europee di maggio. Continua a leggere “Tra dubbi e slogan inizia il semestre romeno al Consiglio dell’Ue”

Ricominciamo: il “capodanno dei lunedì”

Di Dania Butticé – Per ogni fine c’è un nuovo inizio. Oggi, 7 Gennaio 2019, è l’inizio della fine, il capodanno dei lunedìCom’è che si dice? “L’Epifania tutte le feste si porta via”, mai nulla di più vero. Continua a leggere “Ricominciamo: il “capodanno dei lunedì””