Non in nome mio: l’umanità resiste a Castelnuovo di Porto

Di Clara Geraci – «Questo sgombero è persecutorio, stiamo entrando in un regime di violenza, di prepotenza. [..] Si comincia a perseguitare coloro che ormai sono italiani, perfettamente integrati. Questa è una ossessione. Rendetevene conto. Non in nome mio, mi rifiuto di essere un cittadino italiano complice di questa volgarità nazista». Continua a leggere “Non in nome mio: l’umanità resiste a Castelnuovo di Porto”

Annunci

Migranti ambientali: il disastro sottostimato del cambiamento climatico

Di Sara Sucato – Negli ultimi giorni, si è discusso molto in merito alla #tenyearschallenge: una delle innumerevoli sfide del web che permette agli utenti, fruitori dei social media, di mettere a confronto foto recenti e istantanee risalenti a una decina d’anni prima. Un gioco fine a sé stesso, trasformato però in una campagna globale di sensibilizzazione al cambiamento climatico da associazioni che, da tempo, operano nel settore. Continua a leggere “Migranti ambientali: il disastro sottostimato del cambiamento climatico”

Il dramma dei migranti: è colpa dei Francesi. Ma davvero?

Di Daniele Monteleone – Il vicepremier Luigi Di Maio, all’indomani delle centinaia di morti in mare – 117 annegati dopo lo sgonfiamento di un gommone e 53 nel mare di Alboran tra Marocco e Spagna solo la scorsa settimana – ha accusato la Francia di essere, col suo colonialismo, la causa del fenomeno migratorio che provoca le tragedie in mare. Si tratta dell’ennesimo attacco alla “retorica politica” con cui i politici francesi dribblerebbero le proprie colpe su ciò che accade nel Mediterraneo. Ma il collegamento tra politica francese in Africa e i morti in mare è a dir poco risicato, se non improprio. Continua a leggere “Il dramma dei migranti: è colpa dei Francesi. Ma davvero?”

L’insurrezione dei «traditori» della patria

Di Daniele Monteleone – Partito da Palermo il sussulto contro il decreto Sicurezza” promosso dal ministro dell’Interno Matteo Salvini – divenuto legge da poco – prosegue raccogliendo l’appoggio di altri cinque sindaci di altre grandi città italiane e di diverse regioni (Umbria, Toscana, Lazio, Emilia-Romagna, Basilicata e Piemonte) che stanno valutando se chiedere l’intervento della Corte costituzionale. Continua a leggere “L’insurrezione dei «traditori» della patria”

Gli invisibili di Moria

Di Clara Geraci – C’è un luogo in Europa, dentro la nostra civile e dignitosa Europa, in cui non c’è niente. «Niente cibo, niente acqua, niente speranze. Niente» ripete Zeshan, una delle oltre 9000 anime migranti confinate tra il filo spinato di Moria, sull’isola di Lesbo, in Grecia – «se non fosse per mia moglie e il figlio che stiamo aspettando, mi sarei già ucciso». Continua a leggere “Gli invisibili di Moria”