Piume d’Argento, la squadra siciliana segna la storia del badminton italiano

Ai campionati europei la palermitana Piume D’Argento segna un traguardo importante nella storia del badminton italiano e riporta la Sicilia in una kermesse continentale dopo tanti anni di silenzio.


La nascita del badminton è avvolta nella leggenda. Sembra infatti che intorno al 1860, durante una partita di volano tenutasi presso la Badminton House del duca di Beaufort, nel Gloucestershire, qualcuno (forse un ufficiale in licenza che l’aveva giocato in India, forse le figlie del duca o, più probabilmente, il loro amico J. L. Baldwin, noto sportivo e ideatore di passatempi) abbia steso una cordicella dal camino alla porta d’ingresso del castello, dove i giocatori erano soliti rifugiarsi nelle giornate di maltempo, creando così una rete rudimentale. 

Per le prime tracce del badminton in Italia, invece, occorre attendere gli anni Cinquanta, quando questo sport inizia a diffondersi sia come training per i campioni di tennis, sia come semplice attività ricreativa e formativa. 

Indubbi sono i benefici del gioco che, sebbene spesso considerato “minore”, raggiunge oggi il secondo posto tra quelli più praticati al mondo, subito dopo il calcio. Si tratta nello specifico, di uno sport cardio, ottimo per rafforzare il cuore e la resistenza; e inoltre, aumenta la coordinazione e la scioltezza nei movimenti e stimola lo spirito di squadra e le funzioni cognitive del singolo, data la necessità di ricordare le proprie strategie e prevedere quelle dell’avversario ad un ritmo di gioco piuttosto veloce. Se praticato da bambini, incrementa lo spirito di osservazione e la concentrazione, oltre a favorire l’autonomia decisionale e, di conseguenza, la fiducia in se stessi. 

badminton piume d'argento

Insomma uno sport completo, disciplina olimpica dal 1992, la cui cultura si sta diffondendo sempre più anche in Sicilia, dove sono 31 le società sportive iscritte alla Federazione. Tra queste, due militano, al momento attuale, nel Campionato Italiano di serie A (l’anno prossimo diventeranno tre con la neopromossa Le Saette Badminton di Misterbianco): la Piume D’argento Badminton Club A. S. D. e la Città di Palermo Badminton Club A. S. D., entrambe amministrate dal Presidente Paolo Caracausi e allenate dal Coach Luigi Izzo.

Le Piume, che hanno la propria sede a Belmonte Mezzagno, all’interno della palestra dell’I.C. Emanuele Ventimiglia, hanno mosso i primi passi nel 2013, quando la Diesse Mediterranea Badminton Cinisi fu costretta a chiudere i battenti per mancanza di finanziamenti. Da quel momento la rosa di Caracausi, composta da Luis Aniello La Rocca, David Salutt, Helina Ruutel, Hannah Pohl e Martin Bundgaard, ha collezionato ben sette presenze in serie A, raggiungendo, tra l’altro, i play-off negli ultimi due anni.

badminton piume d'argento

Quest’anno la squadra ha battuto, nelle semifinali scudetto tenutesi al PalaBadminton di Milano lo scorso 14 maggio, i padroni di casa della RA System BC Milano, subendo però il giorno successivo una sconfitta da parte della SSV Bozen Badminton, che ha, pertanto, conquistato il titolo di Campione d’Italia. Tuttavia, il risultato ottenuto ha comunque permesso alle Piume D’argento di ottenere un posto allo European Club Championships, ospitato per questa edizione a Bialystok, in Polonia, dal 28 Giugno al 2 Luglio 2022. 

I palermitani, che in seguito alla rinuncia della Bozen, si sono trovati soli a rappresentare l’Italia tra le squadre più blasonate del Vecchio Continente, sono stati inseriti nel Gruppo 4 insieme agli islandesi del Tbr, ai lituani della Badminton Virus di Vilnius e ai norvegesi del Kristiansand BK. 

Il primo girone eliminatorio ha visto le Piume entrare nella storia, guadagnando, con tre vittorie schiaccianti sulle altre formazioni, il primo posto nel gruppo e volando ai quarti di finale addirittura con una giornata d’anticipo. Qui le Piume, in uno scontro al cardiopalma, hanno poi firmato l’impresa, battendo 3 a 2 la forte formazione dei cechi del BK 1973 Brantley Nad Jizerou. 

Il cammino europeo del Club palermitano si è purtroppo successivamente fermato in semifinale conquistando la medaglia di bronzo, quando i francesi del Chambly Oise, arrivati in finale per ben dieci anni consecutivi, hanno espugnato il campo sul 3 a 1.

Le Piume D’argento portano comunque a casa un risultato di portata eccezionale: in 44 anni di storia della competizione, l’Italia ha, infatti, conquistato un unico podio nel 2015, grazie al terzo posto della BC Milano, senza considerare che erano nove anni che una squadra siciliana non prendeva parte ad una kermesse europea. 

Complimenti, dunque, ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze che già guardano con grandissima grinta al prossimo appuntamento in agenda: il Torneo Super Series, che avrà luogo il 17 e il 18 settembre al PalaOreto di Palermo.

Immagini pagina Facebook Piume D’Argento


Beatrice Raffagnino

Il giornalismo, la scrittura e la fotografia sono stati sempre parte del mio modo d'essere. È una forma d'amore e di ribellione il voler conoscere.