Il coraggio in manette

Di Gaia GarofaloNasrin Sotoudeh è l’avvocata più famosa dell’Iran, da anni in prima fila per le sue battaglie e vincitrice del premio Sakharov per la libertà di pensiero, è stata accusata di collusione contro la sicurezza nazionale, propaganda contro lo Stato, istigazione alla corruzione e alla prostituzione e infine, per essere apparsa in pubblico senza hijab. Secondo ciò, sarà punita con 33 anni di galera e 148 frustate.

Continua a leggere “Il coraggio in manette”

Annunci

Maria Jervolino, la cattolica di un altro pianeta

Per Madri Costituenti

Di Simonetta ViolaMaria De Unterrichter in Jervolino nasce a Ossana, in provincia di Trento, il 20 agosto del 1902. Dovette spostarsi a Innsbruck in seguito allo scoppio della Prima guerra mondiale: proprio qui intraprenderà gli studi classici che ultimerà in seguito alla fine della guerra presso il liceo classico Prati di Trento.

Continua a leggere “Maria Jervolino, la cattolica di un altro pianeta”

Ancora F35 per l’aeronautica italiana

Di Marco Tronci – L’Italia – fra dubbi e titubanze – si appresta a saldare il conto degli ultimi F-35. Si attende nei prossimi giorni la firma del Ministro della Difesa Elisabetta Trenta per autorizzare il trasferimento di 389 milioni nelle casse della Lockheed Martin, azienda americana con sede nel Maryland.

Continua a leggere “Ancora F35 per l’aeronautica italiana”

La resa del presidente Bouteflika. Cosa sta succedendo in Algeria?

Di Davide Renda – A seguito di tre settimane di proteste pacifiche che hanno animato la capitale Algeri e alcune delle principali città algerine come Orano, Sètif e Annaba, il presidente algerino Abdelaziz Bouteflika si è arreso alle richieste dei manifestanti e alle pressioni di svariate fette della società civile algerina. Con un comunicato ha annunciato di non ricandidarsi alle prossima chiamata alle urne che avrebbe probabilmente determinato il suo quinto mandato presidenziale, e ha rinviato le elezioni a data da destinarsi. Continua a leggere “La resa del presidente Bouteflika. Cosa sta succedendo in Algeria?”

I bambini siriani non hanno pace, solo sogni

Di Gaia Garofalo – Dal 2011 ad ora sono nati più di 4 milioni di bambini in Siria dell’età di 8 anni, stessa drammatica età della guerra ancora in corso. Più di 4 milioni di bambini dell’età di 8 anni, sono nati precariamente in una vita di macerie e crescono nella fuga, nel pericolo, su di un aquilone in bilico tra l’infanzia e la morte.

Continua a leggere “I bambini siriani non hanno pace, solo sogni”

Un nuovo impulso solidale?

Di Vincenzo Mignano – La Banca centrale europea (BCE), a seguito di un’ampia valutazione del quadro macroeconomico, ha determinato l’adozione di una serie di misure che hanno portato alla modifica della forward guidance.

Continua a leggere “Un nuovo impulso solidale?”