Una panchina gialla per conoscere l’endometriosi: a Palermo arriva il progetto Endopank

È stata inaugurata a Palermo la prima “Endopank” della città, una panchina gialla per puntare i riflettori su una patologia subdola e spesso sconosciuta: l’endometriosi. 


In vista della Giornata mondiale dell’endometriosi fissata per il 28 Marzo, è stata inaugurata al Foro Italico la prima “EndoPank” a Palermo.

Il suo scopo non è solo quello di sensibilizzare chi non conosce la malattia, ma anche e soprattutto quello di motivare le donne già affette dalla patologia (o che potrebbero esserlo) a rivolgersi a professionisti specializzati in tempo, prima che la malattia degeneri e possa portare danni permanenti e invalidanti.

Il progetto Endopank

“SEDIAMOCI SUL GIALLO: ENDOPANK™” è stato ideato dall’associazione La voce di una è la voce di tutte ODV, una no profit che si occupa di aiuto e supporto a tutte le donne che convivono con l’endometriosi.

Il progetto vede la realizzazione di «una panchina gialla in ogni città, paese, borgo italiano, una panchina con una targhetta esplicativa che informerà i passanti sul PERCHÉ della panchina colorata».

endopank palermo edometriosi

Che cos’è l’endometriosi

Come si legge sul sito della Fondazione Italiana Endometriosi, si tratta di una malattia ginecologica caratterizzata dalla presenza di tessuto endometriali al di fuori della cavità uterina (come le ovaie o altre strutture pelviche e addominali). 

Oggi sono più di 176 milioni (di cui 3 milioni solo in Italia) le donne che ne soffrono i sintomi, stato che influisce notevolmente sul loro benessere fisico, mentale e sociale, ma che difficilmente viene diagnosticata in tempo. Alcune donne, ad esempio, non scoprono la loro endometriosi fino a che non hanno difficoltà a restare incinte: approssimativamente, dal 30% al 40% delle donne con endometriosi è sterile, la malattia è infatti una delle prime tre cause di sterilità femminile. Eppure per troppi anni è rimasta una patologia “tabù”, di cui si sapeva poco o niente. 

I sintomi più comuni sono dolore pelvico cronico, dolore durante le mestruazioni e rapporti sessuali, infertilità, intestino irritabile, gonfiore addominale, stitichezza, nausea, cefalea, stanchezza.

Cosa fare

In caso di sintomi familiari è importante consultare il proprio medico di famiglia o il proprio ginecologo. 

È inoltre possibile rivolgersi all’ASP e al suo consultorio, o recarsi presso uno dei centri regionali per la diagnosi e il trattamento dell’endometriosi (Palermo – Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione Civico – UOC Ostetricia e ginecologia).


Ester Di Bona

Responsabile "Palermo Si Cunta". Amo combinare arte e sociale, coltivando competenze e aiutando, al contempo, gli altri a scoprire e implementare le proprie passioni.