Tempo di lettura: 1 minuti

Intervista a Edward J. Bosco, ambasciatore e attivista palermitano

Condividi

 
 

Edward J. Bosco, laureato in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale a Palermo, attualmente sta completando la magistrale presso il corso di laurea in Cooperazione e Sviluppo. Grazie al suo percorso di studi Bosco ha potuto sviluppare una particolare sensibilità nei confronti delle tematiche di carattere internazionale, in particolare nel terzo settore, con un taglio per l’internazionalizzazione e lo scambio interculturale. Componente della Consulta per la pace e la cooperazione della città di Palermo, svolge un ruolo di primo piano come trait d’union tra i portatori d’interessi locali e le istituzioni.

Il 29 Aprile ha incontrato la Viceministra alla Cooperazione allo Sviluppo Emanuela Del Re in video-conferenza, sottolineando l’importanza di una risposta globale alla crisi del Covid-19. In quell’occasione, Bosco ha sottolineato la necessità per l’Italia, con gli altri leader mondiali, di adoperarsi per una risposta collettiva saldamente fondata sul multilateralismo, sulla solidarietà e sulla cooperazione, al fine di prevenire che in futuro simili minacce ci colgano impreparati. Con gli altri giovani ambasciatori di ONE sta promuovendo una campagna per assicurarsi che il governo italiano sostenga la parità di accesso nella distribuzione di un futuro vaccino contro il coronavirus, in modo che anche i paesi a più basso reddito ne possano beneficiare.

Emily Wigens, direttrice di “The ONE Campaign” per l’UE, ha dichiarato: «Per sconfiggere il virus dobbiamo agire ambiziosamente a livello globale, non solo a livello locale. Dobbiamo sviluppare un vaccino e trattamenti efficaci che siano disponibili a tutti perché se il virus esiste in qualsiasi parte del mondo, tutti noi ne siamo a rischio. Aiutare a salvare vite umane nei paesi più poveri aiuterà a salvare vite umane a livello globale, quindi abbiamo bisogno di leader che rispettino la chiamata di questi giovani attivisti e che si intensifichino e rispondano a questa richiesta iniziale di finanziamento».

Nell’incontro con la Viceministra, è stata ribadita la necessità di sostenere gli sforzi di Gavi, l’Alleanza per i vaccini, per garantire che l’immunizzazione contro malattie vaccinabili non venga interrotta nei paesi più poveri del mondo e per prevenire che eventuali contagi possano portare ad ulteriori pressioni sui sistemi sanitari già allo stremo nell’assistenza ai casi di Covid-19.

Edward J. Bosco ha dichiarato: «Sono entusiasta del supporto ricevuto della Viceministra Del Re. Come noi, sono in molti a credere che gli investimenti nello sviluppo di lungo periodo siano fondamentali in un’era di molteplici sfide ed incertezze. L’Italia può e deve fare la sua parte affinché la ricerca, la produzione e la distribuzione di vaccini, essenziali per il benessere globale, non seguano una battuta d’arresto. La cooperazione deve essere al centro della risposta globale a questa crisi perché nessuno di noi è al sicuro finché non lo saremo tutti». Principi che devono essere riaffermati con forza e vigore perché dalle situazioni di emergenza e di crisi si può uscire solo ed esclusivamente insieme.

Di seguito la video-intervista a Edward J. Bosco, ambasciatore siciliano di ONE, l’organizzazione internazionale impegnata da tempo nella lotta alla povertà in tutto il mondo.


Condividi
Ugo Lombardo

Ugo Lombardo

Responsabile di "Economia e Diritto". Mi interesso di Divario Generazionale, sociologia economica ed turismo culturale. L’umiltà, l’impegno, la pazienza e la forte determinazione sono alla base della riuscita di ogni progetto.

error: Content is protected !!