Il premio Megalizzi alla palermitana Rosalinda Accardi

Condividi

Di Redazione – L’Istituto Affari Internazionali ha lanciato la seconda edizione del Premio Iai, un premio dedicato ai giovani e che riconosce i migliori saggi ed elaborati riguardanti la realtà europea e globale. Il tema scelto di quest’anno è stato “Democrazia in Europa: fine corsa o nuovo inizio?”.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella aveva così commentato la scelta del tema da parte dell’organizzazione dello Iai: «Desidero esprimere il mio vivo apprezzamento per l’iniziativa dello Iai di dedicare il premio ai giovani e all’Europa. È indispensabile alimentare il dibattito intorno alla nostra Unione, nell’intento di migliorarne l’azione, di farla più “nostra” in tutte le sue molteplici dimensioni. È insieme infatti, che l’Europa si potrà permettere di incidere sugli equilibri internazionali, di imporre, con la forza dei suoi valori e delle sue tante tradizioni, soluzioni in grado di governare le grandi sfide del nostro tempo. I giovani, in questo quadro, rappresentano un elemento indispensabile, per il contributo originale e innovativo che possono dare al dibattito, per l’energia che possono imprimere alle istituzioni comuni e, soprattutto, per assicurare all’Unione il brillante futuro che merita».

I vincitori dell’edizione 2019 di questa manifestazione sono stati: per la categoria «Universitari» primo classificato Andrea Butruce, secondo classificato Andrea Capati, terzo classificato Gianmarco Girolami; per la categoria «Scuole superiori» è stata selezionata Antonella Consoli mentre la studentessa palermitana di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali Rosalina Accardi è la vincitrice Premio speciale per la comunicazione «Antonio Megalizzi» (il suo videoclip vincitore nel video sopra). Quest’ultimo è il premio speciale che è stato intitolato ad Antonio Megalizzi, il giornalista italiano ucciso nell’attentato di Strasburgo dell’11 dicembre 2018, per ricordare la passione del giovane per il giornalismo e per i temi europei. «È un onore ricevere un premio intitolato a un giornalista che aveva un’idea ben precisa di Europa e che ne ha fatto la sua vocazione. Sicuramente lo porterò con me», ha commentato Rosalinda Accardi.


Redazione

Informazione su scala globale per sapere dove va il mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!