Palermo meta dei reali olandesi: Italia e Olanda celebrano la loro collaborazione in seno all’ONU

Dal 19 al 21 Giugno, si è svolta presso la Facoltà di Giurisprudenza di Palermo, la simulazione dei lavori del Consiglio di Sicurezza “NIMUN- Netherlands and Italy Model United Nations”, nella quale studenti siciliani e olandesi, in occasione dello storico patto di amicizia che ha legato i due Paesi europei nella condivisione del seggio in Consiglio di Sicurezza per il biennio 2017-2018, hanno simulato i lavori del CdS sui temi del “Food Security in Conflict Zones” e “Protecting Cultural Heritage in Conflict Zones”.

Durante queste tre giornate, ogni studente rappresentava uno Stato membro ed aveva il compito di portare avanti le istanze e gli interessi del Paese rappresentato, proponendo soluzioni conformi alla Carta delle Nazioni Unite e al diritto internazionale, per arrivare alla stesura finale di una risoluzione del Consiglio di Sicurezza. Alla cerimonia di chiusura hanno partecipato anche Angelino Alfano, ministro degli Affari Esteri ed il suo omonimo olandese,  il ministro Bert Koenders, i quali hanno celebrato la comunione di valori e di intenti alla base della condivisione del mandato biennale 2017-2018 per un seggio in Cds.

L’ultima giornata ha visto coinvolti anche i reali olandesi, il re Willem Alexander e la regina Maxima, in visita a Palermo. I sovrani sono stati accolti dal primo cittadino palermitano, Leoluca Orlando, il quale li ha guidato in un tour cittadino, mostrando loro i Quattro canti e il Palazzo delle Aquile, sede del municipio situato su Piazza Pretoria. Il giro nel capoluogo siciliano è poi continuato al Palazzo Reale, sede dell’Assemblea Regionale Siciliana, alla Cappella Palatina ed al monumento in memoria delle vittime delle stragi di Mafia in Piazza della Memoria, di fronte al Tribunale. Subito dopo i reali si sono recati nel cuore pulsante della città, ovvero nello storico mercato di Ballarò, dove non si sono sottratti all’assaggio di prodotti tipici offerti dai venditori e alle foto di fotografi e curiosi. Una delle tappe nel cuore del mercato simbolo dell’integrazione dei migranti, dell’accoglienza e della solidale coesistenza di diverse etnie è stata la visita al centro multiculturale Moltivolti, dove immigrati, associazioni, volontari e privati organizzano incontri culturali e sociali.

I reali olandesi hanno ringraziato la città mostrando “Solidarietà alla Sicilia per lo sforzo con cui da sola si adopera nella gestione della crisi degli immigrati, problema che riguarda tutti i Paesi dell’Unione”. La loro visita a Palermo si è quindi conclusa con un pranzo a Villa Niscemi al quale hanno partecipato anche i due ministri ed alcuni studenti risultati meritevoli durante la seduta NIMUN.

La visita dei reali olandesi a Palermo ha avuto come obiettivo non solo quello di conoscere la città (dal momento che i reali non venivano in Italia dal lontano 1985) ma anche quello di studiare il modello di accoglienza degli immigrati adottato in Sicilia e molto apprezzato in Europa. L’incontro è stato altresì celebrativo della stretta collaborazione tra Italia e Olanda, nella trasparenza, consultazione e condivisione di informazioni; Roma e L’Aia cooperano infatti strettamente sia a livello bilaterale che a livello europeo ed euro-atlantico, in qualità  di Paesi fondatori e promotori sia dell’Unione europea che della Nato.

Ornella Guarino


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...