Chi siamo

L’associazione culturale ‘Eco Internazionale’, fondatrice ed editore dell’omonima testata giornalistica, nasce nell’ottobre 2016 a Palermo. Portiamo avanti un progetto editoriale che rappresenta l’evoluzione del giornalino studentesco/universitario La Voce degli Studenti ed ha lo scopo di andare oltre l’informazione universitaria per concentrarsi prevalentemente sui diversi scenari dell’attualità internazionale. La nostra comunità, composta quasi esclusivamente da giovani laureati e laureandi, prevalentemente in Relazioni Internazionali, aspira a diventare un punto di riferimento per quanti nutrono il desiderio di approfondire quei saperi caratterizzati dal respiro internazionale. Luogo di dibattito e di confronto, Eco Internazionale ha l’ambizione di fare informazione sulle complesse dinamiche dell’odierno global disorder. Guardiamo all’Italia, all’Europa, al Mondo, con un approccio pluridisciplinare (storia, diritto, economia) necessario per districarsi nel vorticoso magma internazionale. Lo scopo principale che ha mosso la fondazione del blog iniziale di Eco Internazionale è stato quello di portare l’impegno anche al di fuori delle aule universitarie, e di rivolgerlo a favore della collettività, facendo sana informazione, creando dibattito tramite pubblicazioni e attività culturali.

Direttivo dell’Associazione “Eco Internazionale”

Francesco Polizzotto (Direttore editoriale e responsabile della rubrica “Storie di Sport”). Laureatomi in Scienze politiche e delle relazioni internazionali (ottobre 2013) con la tesi “Le relazioni franco-tedesche ed il Trattato dell’Eliseo” (relatrice, Professoressa Jacqueline Lillo), nel luglio 2016 ho conseguito la laurea magistrale in Relazioni internazionali per la cooperazione e lo sviluppo, discutendo la tesi “La cooperazione franco-tedesca nel processo d’integrazione europea. Il trattato di Maastricht nella lettura dei giornali italiani” (relatore Professor Tommaso Baris). Direttore del giornalino studentesco “la Voce degli Studenti” (novembre 2013/gennaio 2016). Socio fondatore dell’Istituto Mediterraneo Studi internazionali (I.Me.S.i.) e vice-presidente fino al dicembre 2015. Tra le mie passioni segnalo la storia, il giornalismo ed il Milan. Tra le mie esperienze, un anno di servizio militare nell’esercito italiano come Vfp1 (reparto Aves, 2009-2010). – On ne fait rien d’extraordinaire sans hommes extraordinaires et les hommes ne sont extraordinaires que s’ils sont détérmines à l’être (Charles De Gaulle).

Valentino Billeci (Vicedirettore). Sono nato a Palermo il 5 marzo 1991. Diplomato in lingue nel 2010, ho dato il mio contributo come caporedattore presso il giornalino universitario “la Voce degli Studenti”. Attualmente lavoro come assistente di produzioni cinematografiche e pubblicitarie. Sono appassionato di studi filosofici e storici. Tra le mie passioni la musica (sono batterista autodidatta), il cinema e l’arte. Sono una persona precisa ed attenta ai dettagli. Ritengo il lavoro di squadra e la cooperazione le caratteristiche fondamentali per ottenere successo in qualsiasi contesto di lavoro.

Daniele Monteleone (Caporedattore e Web Manager). Classe 1992. Formazione presso Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali all’Università degli Studi di Palermo. Unitomi alla squadra de “la Voce degli Studenti” nell’ottobre del 2014, coltivo e porto avanti la passione per la buona informazione e l’indagine giornalistica. Dopo aver partecipato al progetto “L’arte adotta un bambino” presso la scuola media statale “Pertini” nel quartiere di Brancaccio, entro nella “grande famiglia” del punto luce Centro Tau nel quartiere Zisa di Palermo, un centro culturale e di aggregazione giovanile. Nel marzo 2018 ricevo la “Tessera preziosa del Mosaico Palermo”, una riconoscenza cittadina per la partecipazione ai progetti di volontariato sociale. Passione irrinunciabile: la musica. E poi un amore smisurato per l’arte, tutta.

Francesco Paolo Marco Leti (Tesoriere). Nato a Palermo nel gennaio del 1984. Laureato in Relazioni Internazionali per la Cooperazione e lo Sviluppo. Ho un forte interesse per l’economia, la storia economica e la macroeconomia in particolare. Sono particolarmente fiero della mia tesi sulla recente crisi economica e sulla sua lunga genesi. Onnivoro nel campo delle letture anche se con una preferenza per la letteratura fantasy, storica e storico-economica. Modellista dalla tenera età di quindici anni, appassionato di giochi di società e giochi di ruolo. Appassionato di sport in genere, con una preferenza per ciclismo e calcio, sportivo soltanto nei campi di calcetto del palermitano. Amo la politica quando riesce a conciliare idealità e pragmatismo, mi appassiona meno quando diventa opaca e di bottega. Mi ritengo una persona molto curiosa e aperta. Mi piace lavorare in gruppo e penso che il lavoro di gruppo sia l’essenza dell’essere umano permettendo di ottenere risultati superiori alla somma delle singole parti. Ho anche tante pecche ma non le scriverò sicuramente qui.

Daniele Compagno (Web e Social Media Manager – Facebook). Sono nato a Palermo il 20/12/1988, e ho conseguito il diploma presso l’.I.T.C “Ludovico Ariosto” (istituto tecnico commerciale). Dopo il diploma decisi di iscrivermi all’università, nella facoltà di scienze politiche, ma dopo qualche esame capii che non era la mia strada e quindi abbandonai, dedicandomi alla ricerca di esperienze lavorative. Ho frequentato diversi corsi professionali, con relativi stage, affinato le mie competenze informatiche e grafiche e poco dopo ho cominciato a lavorare. Ho cominciato da una nota concessionaria d’auto palermitana, per poi passare a segretario in uno studio medico, poi responsabile del bar in un noto Circolo del tennis a Palermo ed altro. Conto di sfruttare al meglio le mie competenze e capacità, offrendo il mio apporto con impegno e costanza e sperando di contribuire alla crescita e allo sviluppo di questo progetto.


Soci Costituenti

Ester Di Bona (Responsabile della rubrica “Palermo si Cunta” – Social Media Manager – Instagram). Nata a Palermo nel 1994, ho cominciato a dedicarmi al mondo dell’arte dall’età di 3 anni in su, appassionandomi alla musica, al disegno, alla scrittura, alla fotografia, al cinema e al teatro. Ho seguito fin da subito numerosi corsi e laboratori per affinare le competenze nel campo, finché non ho conosciuto il mondo del “sociale”, di cui mi sono perdutamente innamorata. Il mio intento è diventato quindi quello di combinare arte e impegno sociale, coltivando competenze e aiutando gli altri a scoprire le proprie passioni. Studio al Dams di Palermo e collaboro con un centro aggregativo giovanile (Centro Tau) dove da anni aiuto come operatrice sociale, occupandomi di foto, video, montaggi e laboratori con i ragazzi.

Martina Costa (Responsabile della rubrica “Stay Human”). Classe 1994. Laureata all’Università degli studi di Palermo nel corso di laurea in Scienze politiche e delle Relazioni internazionali (L 36- 110 e lode) con una tesi sui Muri anti migranti del XXI secolo e la politica di controtendenza di Lampedusa (Relatore Tommaso Baris). I diritti umani sono al centro dei miei interessi. Dal 2014 attivista in Amnesty International, da aprile 2015 sono Responsabile del Gruppo Italia 290 di AI. Appassionata di diritti delle minoranze, in particolare quelli dei migranti, mi definisco una fervente femminista. Animata da un forte ottimismo, credo e promuovo un cambiamento effettivo della mia città. Amo stare all’aria aperta, il che mi ha aiutato, grazie soprattutto a mio padre e ai lavori di campagna, al duro lavoro, alla pazienza, al rispetto e a saper essere grati di quello che la natura ha da offrire. Sii il cambiamento che vuoi vedere (cit. Gandhi): più di ogni cosa, questo è il motto che mi caratterizza.

Ugo Lombardo (Responsabile della rubrica “Economia e Diritto”). Nato il 27 ottobre del 1987, a Palermo, ho conseguito nel 2013 la laurea triennale in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale (Classe 35), poi nel 2016 la laurea magistrale in Relazioni Internazionali per la Cooperazione e lo Sviluppo (LM 52) conseguendo il titolo di dottore magistrale con la valutazione di 110/110 e lode elaborando una tesi sperimentale, intitolata “Turismo culturale e crescita economica: un’analisi sui rendimenti e i livelli di attivazione dei beni culturali in Sicilia”. Amante della ricerca, della scrittura, della musica, di calcio e sport in genere, gestisco in qualità di responsabile la rubrica “Economia” di Eco Internazionale. “L’umiltà, l’impegno, la pazienza e la forte determinazione sono alla base della riuscita di ogni progetto. Eco Internazionale è un progetto ambizioso che si fonda su questi presupposti, assieme alla passione dei suoi membri ed al grande spirito di gruppo che si respira al suo interno. Queste sono le caratteristiche che, se alimentate dalla giusta determinazione, possono costruire il sentiero verso il successo”.

Antinea Pasta. Classe 1987. Mi sono laureata nel 2012 in Scienze politiche e delle relazioni internazionali con la presentazione di tre tesine sul mondo arabo: “Mondo islamico: tra democrazia e religione”, “Aspetti e problemi del ruolo della donna nel mondo islamico“, “Conoscenze reciproche tra cristiani e musulmani in età moderna”. Nel marzo del 2015 ho conseguito la laurea magistrale in Relazioni Internazionali per la Cooperazione e lo sviluppo, presentando una tesi sperimentale sui Bombardamenti a Palermo nel 1943 con relatore il professor Tommaso Baris, da cui è stato estratto un breve saggio. Nutro un forte interesse per lo studio e l’analisi della politica e soprattutto della politica estera, in particolare per le complesse dinamiche del medioriente e del mondo arabo più in generale. Recentemente ho scoperto un interesse per la ricerca storica e archivistica, che spero di poter conciliare con quello che mi auguro diventi il mio mestiere: il giornalismo. Sono una persona aperta, disponibile all’ascolto, appassionata, amo mettermi al servizio dei progetti in cui credo, offro il mio sguardo curioso ma sempre fedele alle mie idee, a volte cinico e un po’ sarcastico, a chi avrà voglia di leggere ciò che scrivo.

Simona Di Gregorio. Ho conseguito la laurea triennale in Scienze politiche e delle relazioni internazionali, nell’afoso luglio palermitano del 2015, con una tesi sull’anatocismo bancario (relatore Francesco Rossi). Tra i miei interessi ci sono l’arte, la filosofia, il cinema ed il teatro. La mia più grande passione è stata viaggiare e ciò mi ha spinto a girare buona parte dell’Europa per piacere e a vivere un anno in Spagna per un progetto Erasmus, alcuni mesi in Irlanda e sei mesi in Belgio per approfondire lo studio della lingua francese, frequentando un master in sicurezza internazionale e risoluzione dei conflitti. Insegnante di pattinaggio artistico ed atleta di kick boxing per la società sportiva Kobra team, grazie allo sport ho scoperto che l’unione fa davvero la forza. Qual è la frase che mi rappresenta? – Insisti, resisti, raggiungi e conquisti (Trilussa).

Giuseppe Sollami. Classe 1991, nato a Caltanissetta. Laureatomi in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali all’Università degli Studi di Palermo con una tesi dal titolo “I mezzi pacifici di risoluzione delle controversie internazionali”, sono socio dell’azienda di famiglia e del Rotaract Club Caltanissetta dal 2011, dove, nell’anno sociale 2015/2016, ho ricoperto la carica di Presidente, nel 45° anno dalla fondazione del Club. Nell’anno sociale 2016/2017 ho ricoperto il ruolo di Delegato Distrettuale per la Comunicazione del distretto 2110 Sicilia-Malta. Appassionato di politica sin dalla tenera età. Amo leggere saggi storici, politici e filosofici, giocare a tennis e calcio. Tifoso del Milan e del Palermo. Sono inoltre socio del C.I.F.O, acronimo di Collezionisti Italiani di Francobolli Ordinari. Filatelico, specializzato nella collezione di francobolli di area italiana (Regno d’Italia, Repubblica, San Marino, Vaticano e S.m.o.M) e interi postali, numismatico, specializzato nella collezione di banconote italiane e mondiali, monetazione in Euro e Lira.


Soci Fondatori

Virginia Monteleone (Responsabile della rubrica “Eco culturale”) . Data alla luce nel luglio del 1987, da sempre ho una perenne attitudine all’arte e alla critica in ogni cosa. Ho terminato il biennio specialistico in Didattica Museale dopo aver conseguito la laurea in Decorazione all’Accademia di Belle Arti di Palermo. In questi ultimi anni si è intensificata la mia passione verso l’arte contemporanea e soprattutto verso il sistema di mercato di quest’ultima e sulla figura del gallerista. L’altra mia passione è scrivere. In cosa credo? Di certo non credo nella sdolcinata e melensa idea che molti si fanno dell’arte come dispensatrice di emozioni viscerali e di turbe psichiche. L’arte è sperimentazione, è pensiero visibile, filosofia rapida. Ed è questo quello che voglio spiegare al lettore. In questo credo: l’arte è una scelta di vita, e la si sceglie in vari modi; la si fa, la si spiega, la si vende o la si compra. Io la svelo nella sua semplicità.

Silvia Scalisi (Segretario). Laureata in giurisprudenza nel 2013, ho conseguito l’abilitazione forense nel 2016. Alla passione per il diritto associo quella per la letteratura, il cinema e la musica (ho frequentato il conservatorio per 6 anni, suonando il violoncello) e mi sono avvicinata alla realtà di Eco internazionale per curiosità, per essere aggiornata su argomenti di attualità e stare al passo coi tempi.

Davide Renda (Responsabile della rubrica “Orizzonti”). Nato a Palermo il 28 Aprile 1994, ho conseguito nel 2016 la laurea triennale in Scienze politiche e delle relazioni internazionali. presentando una tesi in Storia contemporanea dal titolo “I fasci siciliani: la ricostruzione del dibattito storiografico e il fascio dei lavoratori di Palermo” ottenendo la votazione di 110 e lode. Sono un fervente amante della mia terra ed un convinto promotore della sua unicità, delle sue bellezze e delle sue tradizioni. Tra le mie esperienze più importanti annovero i viaggi: ho partecipato a tre progetti di gemellaggio rispettivamente in Tunisia, Romania e Portogallo e ho viaggiato spesso in Inghilterra, che considero la mia seconda casa. La mia passione per la scrittura è nata ed è alimentata dal forte interesse che nutro per la letteratura, ispirato da maestri come Luigi Pirandello, George Orwell e Franz Kafka. Tra le altre mie passioni, grande spazio occupa la musica; a seguire la storia, la fotografia e la storia dell’arte.

Adriana Brusca. Nata nel maggio del 1993. Laureata presso il Dipartimento di Giurisprudenza della LUMSA di Palermo, nutro una forte passione per la geopolitica e per il diritto comunitario; tali interessi mi hanno spinta ad approfondire le principali tematiche dell’agenda internazionale, con specifico riguardo ai complessi rapporti giuridici e diplomatici tra la Turchia e l’Unione Europea, che costituiscono l’oggetto principale della mia tesi di laurea. Nel 2010 ho preso parte al mio primo Model United Nations e dal 2014 collaboro attivamente con il Dipartimento didattico dell’Associazione Diplomatici, una ONG con status consultivo nel Consiglio Economico e Sociale dell’ONU. Sono attualmente co-responsabile dell’Osservatorio Germania-Italia-Europa, un gruppo di ricerca, nato dalla collaborazione tra la LUMSA e la Rappresentanza in Italia della Konrad Adenauer Stiftung, che si occupa di analizzare le relazioni italo-tedesche, nel più ampio quadro europeo. La mia aspirazione futura è quella di intraprendere la carriera diplomatica, al fine di contribuire all’instaurazione di un sistema di relazioni internazionali improntato sulla collaborazione pacifica tra Stati.Se uno è in grado di fare delle cose per gli altri, ha l’obbligo morale di farle tutte. Non è una scelta, è una responsabilità.

Marco Cerniglia. Nato a Palermo il 30 Settembre del 1990, ho conseguito la maturità classica nel 2008. Dopo un periodo di lavoro, sono diventato studente di Scienze Politiche e delle relazioni internazionali presso l’Università di Palermo nel 2013. Amo i viaggi, la storia, la tecnologia, la letteratura, e soprattutto la scrittura, che pratico anche per diletto, non solo in ambito giornalistico. Ho da sempre una passione per questo lavoro, che spero di poter continuare a praticare. Ho collaborato con alcune testate giornalistiche in passato.

Valentina Pizzuto Antinoro. Classe 1993. Laureata in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali dell’Università di Palermo, sto proseguendo i miei studi a Torino in Scienze del Governo. Seguo con interesse tutto ciò che riguarda la promozione dei diritti umani, la politica nazionale e internazionale, focalizzandomi sulle conseguenze politiche e sociali. Dopo diverse esperienze all’estero (scambi internazionali ed Erasmus) ho capito di essere al 100% una siciliana di scoglio e ciò mi ha portato a dedicarmi ad attività di volontariato finalizzate alla promozione del territorio e all’integrazione sociale, senza rinunciare a volgere lo sguardo verso il resto del mondo. Per Eco Internazionale scrivo di Attualità e diritti umani.

Vincenzo Mignano. Nato a Palermo nell’ottobre del 1989. Nel 2015 ho conseguito il Diploma in Pianoforte principale presso il Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini” di Palermo, uno tra i più antichi d’Italia. Attualmente sono iscritto presso la LUMSA di Palermo, dove frequento il Corso di Laurea in Giurisprudenza, indirizzo internazionale. Tale percorso formativo mi ha dato l’opportunità di entrare a contatto con tematiche che riguardano non solo l’ambito nazionale, ma anche il contesto del diritto comunitario ed internazionale, sviluppando un notevole interesse per il settore economico. Sono membro dell’Osservatorio Germania-Italia-Europa, una realtà formatasi grazie alla collaborazione tra la LUMSA e la Rappresentanza in Italia della Konrad Adenauer Stiftung, che si occupa di studiare e monitorare i rapporti tra Germania e Italia, attraverso la lente dell’Unione Europea. Dall’ottobre del 2017 collaboro con Associazione Diplomatici, una ONG con status consultivo presso il Consiglio Economico e Sociale dell’ONU. Sostengo fortemente l’idea secondo la quale la conoscenza e l’informazione siano un connubio inscindibile per il progresso sociale e l’integrazione tra i popoli. Questo il mio impegno: “Informarsi per conoscere; conoscere per informare; informare per resistere.”

Gaia Garofalo. Sono nata a Palermo il 3 febbraio 1997. Data la mia passione per le lingue, o meglio, data la mia volontà di comunicare con più persone possibili, mi diplomo nel 2015 all’indirizzo linguistico del Regina Margherita. Presa dalla confusione della scelta universitaria, passo 6 mesi presso il telegiornale locale Media News e nell’asilo nido del quartiere Ballarò “Il giardino di Madre Teresa”. Successivamente, mi laureo in Educazione di Comunità, corso di studi che mi ha permesso di studiare l’incontro con l’altro e l’unicità di ciascuno. Utente veterana  e collaboratrice del laboratorio di scrittura creativa di comunità itinerante NewBookClub. Faccio parte del Movimento giovanile SottoSopra, progetto per Save The Children e sono volontaria nella quotidianità del Centro Tau, officina di promozione socioculturale nonché Punto Luce Save The Children dal 2014. Contro le ingiustizie di ogni categoria, appassionata di diritti e amante dell’antropologia culturale. Scrivere, leggere, passeggiare ed  ascoltare musica sono i miei passatempi principali. Credo nelle storie che continuano a resistere; solo quelle ci salvano dal resto.

Simonetta Viola. Classe 1988, laureata in Lingue e Letterature Straniere con una tesi di traduzione inedita di una povest’ russa di Bestuzhev e laureanda in Scienze internazionali e diplomatiche. Iperattiva per natura, affamata di conoscenza, ho sempre “fatto troppe cose”. Traduttrice freelance, web master e fotografa per passione e per lavoro, studio per diventare ethical hacker e capire meglio i meccanismi della cyber security. La passione per la letteratura ha fatto sì che il mio Professore di Letteratura Italiana al liceo mi desse un nomignolo: “Mme De Stael”; gli promisi quel giorno che avrei aperto un caffè letterario tutto mio, ma ci sto ancora lavorando. Studio per diventare anche analista di geopolitica (mia grande passione da sempre) e cerco di imparare il più possibile sul marketing digitale. Specializzata oltre che appassionata di diritti umani dedico quanto più tempo libero posso al volontariato con Save the children ed Aism. Non c’è cancello, nessuna serratura, nessun bullone che potete regolare sulla libertà della mia mente (Virginia Woolf).

Sara Sucato. Palermitana doc fin dal primo vagito, nata nel 1994. Studentessa di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali prossima alla laurea, durante la prova finale discuterò l’argomento del ruolo dei media nel genocidio del Rwanda. Dal 2015 socia e attivista di Amnesty International, membro del Gruppo Italia 290 all’interno del quale ricopro il ruolo di responsabile delle attività di raccolta fondi. Nel corso degli anni mi sono dedicata ad attività di volontariato presso il Centro Astalli di Palermo. Attratta dall’ambito delle relazioni internazionali al di fuori del contesto italiano, non perdo comunque l’interesse per la realtà siciliana, così ricca, eterogenea ma bisognosa di un rinnovamento. Nutro un particolare interesse per la promozione della cultura e del rispetto dei diritti umani. Tra le mie altre passioni ci sono la lettura, slegata da qualsiasi discriminazione di “genere”, la fotografia e lo sport, che ritengo essere un potente mezzo di espressione della persona.

Alessandra Fazio. Aspirante avvocato. Classe 1986. Ho conseguito la Laurea in Scienze Giuridiche e, successivamente, la laurea magistrale in Giurisprudenza con la tesi “La sospensione del processo penale con messa alla prova per l’imputato maggiorenne”. Attualmente sto svolgendo il tirocinio forense, sperando di riuscire a realizzare ciò in cui ho sempre creduto, il mio sogno nel cassetto fin da bambina: diventare avvocato. Mi sono occupata, anche se per un breve periodo, di politica nazionale ed internazionale conseguendo due diplomi rispettivamente presso l’Accademia Nazionale della Politica e l’Ispi. Attratta dalla Progettazione Europea ho seguito un corso presso l’Europa Innovation Business School. Adoro le lingue e le culture straniere, tutto ciò che è diverso e che completa, anche per questo motivo amo viaggiare e confrontarmi con ciò che mi circonda.Un diritto non è ciò che ti viene dato da qualcuno; è ciò che nessuno può toglierti (Tom. C. Clark).

Sabrina Landolina. Nata a Palermo il 26 Giugno del 1990, nel marzo 2017 ho conseguito la laurea triennale in Scienze politiche e delle relazioni internazionali presentando una tesi intitolata “Le Regine. Donne e potere nella Napoli borbonica”, relatrice la professoressa Giovanna Fiume. La passione per la Storia moderna, che prosegue anche al di fuori della vita universitaria, mi ha spinto a impegnarmi per il riconoscimento del ruolo politico e sociale delle donne. Vivendo a due passi da un quartiere popolare e da un centro di accoglienza ho avuto la possibilità di conoscere e comprendere altre culture e apprezzare di più la mia città. Sono ambientalista e amo gli animali. Credo che una buona informazione e divulgazione possano fare la differenza.


Soci Ordinari

Eloisa Zerilli (Direttore Responsabile). Sono nata a Palermo nel 1991. Dopo una laurea in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali, mi sono specializzata all’Alma Mater Studiorum di Bologna, nel 2014, in Mass Media e Politica e, nel 2017, in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Appassionata di tutto quello che riguarda la comunicazione e il social media marketing, ho pubblicato il volume “Strategie comunicative nel dissenso alla Mafia” per Booksprint Edizioni. Giornalista pubblicista dal 2018, attualmente, insegno Relazioni Pubbliche presso la Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori di Palermo e sono direttore responsabile di Eco Internazionale.

Francesco Puleo (Caporedattore, responsabile della sezione “Attualità”, Web Manager). Classe 1988. Alla fine di un percorso scolastico e universitario lungo e tortuoso, mi sono laureato in Scienze politiche con una tesi in Storia contemporanea intitolata “Il dibattito sul totalitarismo. Dalle origini agli sviluppi recenti”, scritta al confine tra storiografia e teoria politica. Accademicamente parlando, questi sono i miei due interessi principali. Nella vita ho fatto il musicista, il volontario in uno sportello per migranti e per qualche anno mi sono occupato di progetti europei e di educazione non formale, in Italia e all’estero. Al momento la mia occupazione principale è il web editing. Scrivo da sempre, per mettere in ordine le idee e capire da che parte stare. Su Eco Internazionale scrivo di attualità, politica estera e teoria politica.

Paolazzurra Polizzotto. Classe 1994, laureata in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Enna “Kore”. Ho tre grandi passioni: il diritto, la giustizia e l’Inter. Il mio principale interesse è lo studio dei diritti umani. Il mio obiettivo è renderli non soltanto un bellissimo enunciato normativo e sociale ma soprattutto farli divenire una lettera vivente. Sono fermamente convinta che la vera rivoluzione parta da noi stessi: soltanto noi possiamo abbattere i muri che ci distanziano dai nostri obiettivi. Scrivere per me è stata una passione inaspettata, un dono tutto da scoprire. La mia missione è quella di dare una “voce” a chi crede di averla persa.

Antonino Sisino. Nato a Palermo il 15 Febbraio 1991, ho conseguito il diploma di maturità linguistica nel 2010. Fin da piccolo, sogno un futuro in divisa e negli ultimi anni ho studiato per entrare in Polizia. Attualmente frequento un corso di formazione di contabilità amministrativa. Dal 2006 al 2013 ho fatto parte di un gruppo scout Agesci della mia città, un’esperienza che ha plasmato la mia personalità: rispetto reciproco e lavoro di squadra sono i miei cavalli di battaglia. Mi piace viaggiare ed andare alla scoperta delle usanze tipiche del luogo, in particolar modo la cucina. Sono appassionato di sport (soprattutto rugby), musica e tecnologia. Suono il basso elettrico e sono un grande amante del mondo dei videogiochi.

Erica Barra. Nata a Palermo nel 1992. Dopo gli studi classici, mi sono laureata in Lingue e Letterature Moderne all’Università di Palermo, con una tesi sperimentale di Didattica dell’Italiano. Specializzanda in Lingue e Traduzione per le Relazioni Internazionali. Sviluppato un interesse per le politiche di collaborazione internazionale, ho partecipato al New York Model United Nations, svolgendo un periodo formativo di simulazione diplomatica alla sede delle Nazioni Unite di New York. Per diversi anni ho partecipato molto attivamente alla vita politica siciliana, come attivista e rappresentate di lista. Per adesso preferisco però scrutare questo mondo “dall’esterno”. Attualmente lavoro come Interprete per eventi nazionali e internazionali. Appassionata di scrittura e letteratura, musica rock e viaggi intorno al mondo.

Federica Agrò. Classe del ’91, mi sono laureata un paio di volte in ciò che mi appassiona, le Relazioni Internazionali. Prima a Palermo, poi a Milano, una laurea Magistrale in Statale e un Master presso l’International University of Language and Media. Grazie ai miei studi ho potuto viaggiare molto e innamorarmi di diverse culture. Giappone, USA, Messico e Cina. Non riesco a stare ferma in un luogo per molto tempo, sono una ricercatrice in ogni sfaccettatura del termine, gli unici strumenti che mi accompagnano ovunque sono la carta e la penna: senza la scrittura ogni scoperta rischia di trasformarsi in un vago miraggio di un viaggiatore stanco. Nel tempo libero dipingo, canto, scrivo e guardo tonnellate di serie TV. I miei interessi riguardano soprattutto la geopolitica, il cambiamento climatico, i diritti umani, l’uguaglianza di genere e qualsiasi cosa aspiri a migliorare la condizione dell’uomo e della sua casa, la Terra.

Serena Mangiafridda. Sono nata a Termini Imerese (Pa) nel 1995 e attualmente studio Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali presso l’Università degli Studi di Palermo. Ho sempre mille idee per la testa, mille sogni dentro al cuore e un sorriso contagioso, sono molto curiosa, sempre disposta a mettermi in gioco e a imparare. Ho svolto uno stage presso l’Ufficio di Gabinetto del Sindaco del Comune di Termini Imerese in cui mi sono occupata, principalmente, dell’Ufficio Stampa e dell’organizzazione di eventi; collaboro da un paio di anni con il blog “Himeraweb.it”, ora diventato “Himerah24”. Faccio parte del Leo Club Termini Imerese e supporto anche altre associazioni del territorio. Ho partecipato al Progetto Erasmus+ grazie al quale ho avuto l’opportunità di studiare e vivere per undici mesi in Spagna. 

Maria Concetta Moscato. Classe 1991. Ho conseguito la laurea magistrale in giurisprudenza presso la “Libera Università Maria Santissima Assunta” con la valutazione di 110/110 e lode, esponendo una tesi in materia di diritto penale intitolata “Contiguità alla mafia e imprenditori: vittime o collusi?”, nel marzo del 2016. Successivamente, mossa dalla passione per il diritto ho iniziato a svolgere la pratica forense in ambito civile, amministrativo e penale. A novembre del 2016 ho preso parte del tirocinio formativo presso il Tribunale di Termini Imerese in materia di diritto civile, nel quale ho prestato servizio sino a maggio del 2018. A luglio del 2018 sono risultata idonea al tirocinio formativo presso la Procura Generale della Corte di Cassazione e nello stesso anno ho iniziato a collaborare con la rivista giuridica “Salvis Juribus” . Sono entrata a far parte del team di “Eco Internazionale”, oltre che per poter dare un contributo sotto il profilo giuridico, per curiosità, per conoscere personalità nuove capaci di insegnarmi realtà che loro stessi si prefiggono di conoscere, ritenendo al contempo che il lavoro di gruppo sia fondamentale poiché è in questo che risiede l’abilità di lavorare insieme verso una visione comunePer far divenire Realtà un grande Sogno, il primo requisito è una grande capacità di sognare; il secondo è la Perseveranza: una Fede nel Sogno (Hans Seyle).

Alice Castiglione (Social Media Manager – LinkedIn). Nata a Palermo l’11 maggio 1986. Ho frequentato diverse scuole d’arte studiando pittura, scultura, installazione, poi ho iniziato ad esplorare l’ibridazione tra i diversi media. Attivista e militante femminista sin dai miei 14 anni, l’esperienza politica mi ha portata a una coscienza sociale successivamente investita nella ricerca estetica ed artistica. Dopo il diploma superiore ho viaggiato in giro per l’Italia fino ad approdare nelle Marche: qui mi sono iscritta all’Accademia di Belle Arti di Macerata, dove ho conseguito il diploma AFAM. Riconosco il valore del viaggio e della mescolanza come ricerca/scoperta creativa, tanto da integrarlo nella mia pratica artistica tramite la combinazione di vari media, proponendo una estetica alternativa che prende vita grazie al multisensoriale “Path of Loss and Rebirth” esibito presso il Museo Omero di Ancona. Successivamente ho frequentato un Erasmus presso l’Università di Salford e due anni dopo ho ottenuto un incarico di ricerca LLP presso l’Università Complutense Felipe II di Madrid. Successivamente alla laurea ho fondato la Nikae Factory (New International Knowdledge of Artistic Experience Factory) e dopo la performance “Activision” in collaborazione con Steve Hunt, Daniele Antonini e Chiara Ludolini, lascio Palermo per trasferirmi a Manchester, dove ho vissuto e lavorato duro per tre anni prima di iscrivermi al Master di Fotografia presso l’Università di Portsmouth: qui ho sviluppato il fotodocumentario “Stories of Migrant Women, Sicily 2018”, esposto alla Hoxton Arches Gallery nel 2018. Attualmente vivo a Londra, lavoro come Teaching Assistant, curatrice indipendente, blogger e creatrice di contenuti online – senza mai lasciare da parte l’attivismo.

Maddalena Tomassini. Nata a Roma il 1 luglio 1987. Ho conseguito un Master di II Livello alla Sapienza in “Tutela Internazionale dei Diritti Umani”, a cui è legato un Corso di formazione su Rifugiati e Migranti. Mi sono laureata a Pavia, presso la Facoltà di Scienze Politiche e Sociali, in Studi dell’Africa e dell’Asia con una tesi sulla Storia delle Migrazioni e il Nation Building dello Stato Israeliano, redatta in parte a Gerusalemme, dove ho praticato volontariato presso una ong del luogo. Lavoro come giornalista da più di due anni, attualmente mi occupo principalmente di Ufficio Stampa. La mia aspirazione è lavorare nei diritti umani in campo internazionale. Appassionata di musica e cinema di tutti i generi. Spendo più di quanto dovrei in matite e blocchi nella speranza, un giorno, di tornare a disegnare in maniera dignitosa.

Giulia Vicari. Conseguo la laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Sempre attiva nel volontariato e nel sociale fin da piccola, decido di lavorare per Amnesty International nella capitale. Frequento un master in diritti umani alla SIOI di Roma che concludo con una tesi sul diritto di asilo dei migranti LGBT e con un tirocinio presso il Ministero degli Esteri, nella direzione generale per la cooperazione allo sviluppo. Decisa a difendere i diritti dei migranti, torno in patria, in Sicilia, punto di arrivo delle grandi e numerose traversate, per lavorare per uno studio legale immigrazionista.

Beatrice Raffagnino. Nata a Palermo il 22 febbraio 1991, sto conseguendo la laurea in Giurisprudenza con una tesi in diritto penale dell’ambiente, dal titolo “La responsabilità penale delle imprese e degli enti locali nei reati ambientali: il caso  Fiume Oreto”. Il legame profondo da sempre instaurato con la mia città mi ha portato a trascendere il ruolo di semplice cittadina e ad impegnarmi con tutte le forze nel tentativo di riabilitarne il nome. Detengo la presidenza di un’associazione di tutela ambientale e mi batto giorno dopo giorno per la riqualificazione della costa sud e del Fiume Oreto, che interessa i Comuni di Palermo, Monreale ed Altofonte. Amo le persone. Credo profondamente nella bellezza della loro diversità e nel fatto che ciascuno possa darti qualcosa. Il giornalismo, la scrittura e la fotografia sono stati sempre parte del mio modo d’essere proprio per questo motivo. È una forma d’amore e di ribellione il voler conoscere ciò che di bello questo mondo può ancora rivelare. 

Gabriele Imperiale. Classe 1991, nato a Palermo, vivo ormai da 5 anni a Roma. Dopo aver finito i miei studi presso il Liceo Classico Ernesto Basile di Monreale, mi sono laureato con il voto di 108\110 in Storia presso l’Università degli Studi di Palermo, presentando la tesi dal titolo “Prisoners of War: Zeithain e Orano/Hereford. Due esperienze a confronto”. In seguito, sbarcato nella capitale, ho frequentato il Master in Editoria, Giornalismo e Management Culturale presso Università “La Sapienza” di Roma, conseguendo la votazione 110\110 e lode con una tesi intitolata “Il giornalismo negli anni del terrore, storia di Carlo Casalegno e Walter Tobagi”. Ho collaborato con numerosi siti di informazione e periodici, tra cui “La Sicilia”, “Palermo Today”, “L’Ora, quotidiano indipendente”. Appassionato e studioso di storia, mi interesso alla politica nostrana e alla cronaca estera. Non disdegno lo sport a tal punto da essere tifoso sfegatato della Juventus. 

Mattia Marino. Nato a Narni (Tr), il 21/11/1991, laureato in Relazioni Internazionali, con una tesi riguardante la questione cipriota. Ho una forte passione per i viaggi, le culture straniere e gli ambienti internazionali e multiculturali. Da sempre dalla parte dei più deboli, in difesa dei diritti umani, parte fondamentale ed integrante dei miei studi. I viaggi e l’educazione ricevuta dalla mia famiglia sono gli elementi che più hanno contribuito alla presa di posizione in direzione di certi ideali. Amo lo sport, il cinema indipendente e la musica.

Clara Geraci. Classe 1993. Laureata in Giurisprudenza (110/110 Lode e menzione) in LUMSA con tesi di Dir. Pubblico Internazionale “Human anti – trafficking on the High Seas: legal challenges, criticalprofiles and hermeneutical perspectives”. Dopo un anno di collaborazione con la cattedra di dir. Internazionale della Lumsa e di volontariato presso la Cledu (Clinica legale per i diritti umani), nonché di impegno presso un centro di accoglienza straordinaria per richiedenti asilo, frequento il Master in Transnational Crime and Justice presso l’Istituto di Ricerca delle Nazioni Unite. Intollerante agli intolleranti. Cresciuta nella cultura del rispetto per l’uguaglianza nelle differenze, credo nelle persone e nella libertà. Al centro, i diritti umani. Lavoro per costruire una carriera che possa far la differenza sul campo in ambito internazionale, nella ferma convinzione che quella per i diritti umani sia una battaglia culturale, prima ancora che politica e legale. “Devi comportarti come se fosse possibile cambiare radicalmente il mondo, e devi farlo costantemente” (Angela Davis).

Federica Gargano. Nata a Palermo nel 1994, completo gli studi magistrali in International Relations con il massimo dei voti. Entrata a far parte della redazione di Eco Internazionale nel 2020, scrivo di diritti umani e delle loro violazioni di nel mondo. “Un diritto violato in un punto della terra è avvertito in tutti i punti” (Immanuel Kant).

Germana Vinciguerra. Nata nel 1990 a Palermo. Attualmente svolgo attività di ricerca sulle migrazioni e sulla cooperazione euromediterranea presso l’Università degli Studi di Palermo. Dal 2019 collaboro con Eco Internazionale dove scrivo per la rubrica Stay Human.

Antonio Di Dio. Classe 1996. Dopo aver conseguito la maturità classica nel 2015, mi sono laureato nel 2020 in Studi Filosofici e Storici all’Università degli Studi di Palermo, con una tesi di filosofia teoretica dal titolo “Libertà e necessità nel Trattato politico di Spinoza”. Sono uno studente del corso di laurea magistrale Scienze Filosofiche e Storiche dell’Università degli Studi di Palermo. La filosofia e la storia sono la mia più grande passione. Ho svolto un tirocinio al Giornale di Metafisica, importante rivista nel settore della filosofia Teoretica. Amo scrivere e trasmettere le mie conoscenze, vedo il giornalismo come una forma di attivismo, come servizio alla comunità. Sono membro da ormai 8 anni del gruppo di Bagheria di Amnesty International. Scrivo per Eco Internazionale, occupandomi principalmente di articoli culturali e politici, con particolare riferimento alla geopolitica e ai conflitti nel mondo. Amo inoltre l’arte, la musica, il cinema, la poesia e la letteratura. Nell’immediato futuro vorrei studiare molte lingue e viaggiare, scrivendo e documentando quello che vedrò. Credo nella multidisciplinarietà, nella perseveranza, nella fatica e nella ragionevolezza, ma soprattutto nell’ascolto.

Roberta Restivo. Classe ’93, amante del cinema e dell’arte; seguo con particolare attenzione i mutamenti culturali del mio territorio. I miei più grandi interessi sono i diritti umani e la geopolitica, con uno sguardo particolare verso l’Africa ed il Medio Oriente.

Martina Sardo. Racalmutese dal 1994, sono cresciuta con le pagine di Sciascia, appassionandomi inevitabilmente alla politica e alla società. Fonti certe (mia madre!) garantiscono sulla mia precoce quanto smisurata curiosità per tutto ciò che riguarda l’essere umano. Detta in altri termini, non sono mai riuscita a “farmi i fatti miei”: osservo tanto e non esito ad intromettermi quando qualcosa non mi convince. Non per altro, ho scelto di studiare legge e, dopo essermi follemente innamorata del diritto internazionale e di ciò che concerne la tutela dei diritti dell’uomo, mi sono laureata all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sui conflitti armati e i diritti umani in Palestina. Uno sbarco al molo Favaloro, mentre ero a Lampedusa, mi ha spinta ad avviare la pratica forense in diritto dell’immigrazione, senza però rinunciare ad inseguire l’altra mia grande passione: il giornalismo. Sono un concentrato di idee confuse e scrivere mi ha sempre aiutato ad ordinarle. Su Eco mi occupo di attualità, diritto e geopolitica.

Ignazio Morici. Classe ’92, sono un mix di tè, whisky e opera lirica. Parallelamente agli studi in giurisprudenza, ho iniziato a lavorare sin dai primi anni di università nel mondo della comunicazione. Oggi mi occupo di strategie di marketing, branding e customer experience per start-up e aziende innovative. Chief marketing officer presso un importante studio legale internazionale, presto volontariato in Amnesty International Italia come componente del Collegio dei Garanti. Sono appassionato di comunicazione di massa, tecniche di negoziazione e lettura del linguaggio non verbale, tecnologia e strategie di comunicazione del terrorismo. Adoro i gatti e la pizza fredda al mattino. Scrivo di attualità per Eco Internazionale e del mio mondo su www.morici.eu.

Claudia Palazzo. Laureata in sociologia e in relazioni internazionali. Specializzata in affari eurasiatici. Sono direttrice del Centro Studi Italo-georgiani, ente di ricerca e di promozione culturale. Ho insegnato italiano all’Istituto di cultura italiana a Tbilisi e lavoro presso un think tank che si occupa di sicurezza e politiche europee. Collaboro con Eco Internazionale scrivendo di Eurasia. Scrivo occasionalmente su riviste specialistiche e scientifiche. Ho pubblicato diversi saggi e un libro di racconti. Credo che per capire la politica estera di un Paese, si debba prima conoscerne la letteratura, la musica, la filosofia, la religione, la geografia, la storia, la cucina, l’odore che c’è nell’aria, di che colore è l’acqua nelle pozzanghere delle strade, che espressione hanno i cani randagi. Poi, per confondersi le idee, si possono leggere i giornali e ascoltare i discorsi dei politici. “Non ci può essere una crisi la prossima settimana, la mia agenda è già piena” (Henry Kissinger).

Mariangela Pullara. Aprile 1986, agrigentina, ma palermitana di adozione. Dopo appassionanti studi in filosofia tra metafisica, dialettica e ontologia, che mi hanno portata a conseguire nel 2013 la laurea magistrale in Scienze Filosofiche con una tesi sulla scuola francese hegeliana, il mio interesse si è rivolto allo studio delle risorse umane con particolare attenzione alle tematiche giuslavoristiche e dell’amministrazione del personale. Nel 2017 ho conseguito una seconda laurea in Scienze dell’amministrazione e Consulenza del lavoro con una tesi in diritto del lavoro sulla nuova disciplina delle mansioni e ho intrapreso il relativo percorso di pratica ai fini dell’abilitazione alla professione. Cresciuta in un contesto artistico-culturale stimolante, le mie passioni spaziano dall’arte pittorica alla fotografia, dalla musica al cinema, dalla gastronomia alla letteratura, dalla politica allo sport. Negli ultimi anni ho sviluppato particolare attrazione verso la cultura asiatica, la sua storia, tradizione e lingua.

Martina Bonaffini. Classe 1992, mi piace “fiutare” ciò che mi circonda per trarne giovamento ed arricchimento. Esploratrice del bello e dell’altro. Completo i miei studi presso l’Università di Palermo conseguendo la “combo malefica” laurea triennale in Scienze Politiche prima e il corso di studi magistrale in Relazioni Interazionali poi. Annoiata dalla monotonia accademica mi impegno in diverse attività quali l’associazionismo universitario, il volontariato e differenti lavori. Questa pletora di esperienze, ognuna di esse preziose a modo proprio, mi hanno permesso di crescere, conoscere e conoscermi. Lettrice appassionata di tutto ciò che possa lasciarmi un messaggio, un’emozione, i miei interessi sconfinano in campi differenti, dalla fotografia, alla pittura, allo sport, tanto da aver allenato una squadra di “piccole” pallavoliste. Passeggiare è il mio antistress preferito, ho conosciuto i luoghi “perdendomi sulle mie gambe”; adoro quei profumi che mi permettono di riallacciarmi all’anima della natura per poterne conservare il ricordo.


error: Content is protected !!