Tempo di lettura: 1 minuti

Serena Williams, la regina del tennis ha compiuto 39 anni

Condividi

Sabato scorso, la campionessa di tennis statunitense Serena Williams ha compiuto 39 anni. Le tappe e i numeri di una carriera costellata da grandissimi successi. 


Serena Williams, soprannominata “The Queen”, è considerata una delle migliori tenniste di tutti i tempi, grazie alla sua forza fisica e mentale, ai suoi potenti colpi da fondo campo e al miglior servizio del circuito internazionale. 

La voglia di lottare sul campo non le è mai mancata sin da quando, seguendo le orme della sorella maggiore Venus, si iscriveva ai tornei di nascosto da papà Richard, in coppia appunto con la sorella. È diventata la numero uno del mondo per la prima volta l’8 luglio 2002 e ha occupato questa posizione per un totale complessivo di 319 settimane, terza nella classifica di tutti i tempi (dietro a Steffi Graf con 377 e Martina Navrátilová con 331).

Il suo palmares parla chiaro: 73 titoli WTA in singolare, 23 dei quali sono prove del Grande Slam, che la rendono la seconda tennista di sempre ad aver vinto più Major in questa specialità dietro alla sola Margaret Smith Court, che primeggia con 24. Unica tennista nella storia ad aver compiuto il Grande Slam virtuale (denominato infatti come Serena Slam), che consiste nella vittoria di quattro Slam consecutivi non durante lo stesso anno solare, per ben due volte (nei bienni 2002-2003 e 2014-2015). Tra gli altri successi importanti ottenuti ricordiamo anche cinque Master Cup di fine anno e 19 tornei di categoria Premier, oltre a 21 titoli Tier I e Tier II e alla medaglia d’oro conquistata alle Olimpiadi di Londra nel 2012 ai danni di Marija Šarapova. 

La caratura del personaggio Serena Williams passa però anche dalle vicende extra sportive. La nascita della piccola Olympia prima e il matrimonio con Alexis Ohanian poi, coronano un 2017 da sogno, iniziato con la vittoria dell’Australian Open – proprio contro la sorella Venus – già con la consapevolezza di diventare presto madre. Oltre ai suoi trionfi sul campo da tennis, Serena Williams ha primeggiato anche in altri ambiti, che probabilmente la accompagneranno nel momento in cui appenderà la racchetta al chiodo.

Accanto all’impegno sociale per l’eguaglianza del prize money delle donne nello sport e la lotta al razzismo, piaga sociale che purtroppo negli USA non sembra diminuire, rilevante è anche lo spirito imprenditoriale della campionessa statunitense. Il marchio di abbigliamento e gioielli “Serena” e la nuova squadra di calcio – rigorosamente femminile – di cui è diventata azionista insieme alla figlia, tengono inevitabilmente molto occupata “The Queen”, che nell’ultimo periodo è stata direttamente coinvolta nella realizzazione della sua nuova racchetta, sempre targata Wilson, omaggio a tutte le donne e ai loro sforzi. 

Tornando allo sport e alle battaglie sul campo da tennis, nel mirino di Serena Williams c’è un altro grande obiettivo: il titolo numero 24 dello Slam, il primo titolo da quando è diventata madre, sfuggito già in tre precedenti occasioni. Il torneo Roland Garros, posticipato per l’emergenza Covid-19, sembra essere l’occasione propizia, quindi ci sarà tempo per pensare al futuro, magari anche alle Olimpiadi di Tokyo 2020, anch’esse rimandate al 2021. 

In ogni caso, al di là dei prossimi risultati, il nome di Serena Williams è già nella storia. Il soprannome “The Queen” fa di lei la regina indiscussa del circuito del tennis mondiale, indipendentemente dalla posizione occupata nel ranking. Ancora happy birthday Queen Serena!


Condividi
Daniele Compagno

Daniele Compagno

Web e Social Media Manager. Scrivo di Sport e Cultura e offro il mio apporto con impegno e costanza per la crescita e lo sviluppo di Eco Internazionale.

error: Content is protected !!