Tempo di lettura: 1 minuti

Natale senza Palermo On Ice: chiude per coronavirus la pista di pattinaggio sul ghiaccio

Condividi

 

La pista di pattinaggio “Palermo On Ice” su ghiaccio chiude per l’emergenza coronavirus che, proprio in quest’ultimo mese, è tornata più vigorosa che mai.


Palermo On Ice, l’iniziativa che da quasi 10 anni nel periodo natalizio colora il Giardino Inglese con la sua atmosfera festosa, quest’anno ha fatto una scelta per il bene comune: vista l’emergenza Covid-19, infatti, la pista di pattinaggio su ghiaccio resterà chiusa fino a data da destinarsi. 

Dal 2012 l’evento annuale Palermo On Ice è punto di ritrovo fisso per adulti e bambini, un piccolo “paradiso ghiacciato” – certamente raro in una città mediterranea come Palermo – dove famiglie, coppie, amici o anche singoli possono passare del tempo all’insegna del divertimento, improvvisando performance o semplicemente approcciandosi ad un nuovo sport. Ma è anche uno spazio dedicato ai professionisti, dove numerosi utenti si esercitano a livello agonistico in uno spazio a loro dedicato.

Inoltre, nel corso degli anni non sono mancate le attività culturali, dai concerti alle attività ricreative, con un occhio di riguardo per la promozione di dolci e prodotti tipici nostrani.

Di rilievo è anche la campagna solidale natalizia “Palermo On Ice per il sociale”, che solo l’anno scorso ha visto mille bambini di una casa famiglia ricevere dei biglietti ingresso gratuiti e diversi gadget offerti dagli organizzatori dell’evento. 

L’apertura all’introduzione di materiale ecosostenibile e lo spazio riservato agli animali, curato da Verdezampa, hanno reso definitivamente l’evento tra i più amati e attesi dai palermitani. 

Nel mese di settembre sulla pagina ufficiale su Facebook si leggevano dei diversi dubbi sull’aprire o meno la pista in un periodo complesso come quello che ha caratterizzato il 2020, in vista della tutela del personale e della clientela. Recentemente la pista di pattinaggio del Giardino Inglese ha visto un caso positivo accertato di Covid-19, che ha quindi portato alla chiusura e alla sanificazione degli spazi. 

Guglielmo Correnti, titolare della società Big Ice e organizzatore dell’evento stagionale Palermo On Ice, ha reso nota la scelta di non aprire lo spazio al pubblico in un simpatico post sul suo profilo:

«Questo natale non sarà come prima. Mi dispiace perché non sentirò le urla dei bimbi buoni. Mi dispiace perché non vi vedrò cadere. Mi dispiace perché non scongelerò Michael Bublè a novembre. Mi dispiace perché non farò spendere più soldi al mio socio per le luminarie. Mi dispiace perché non potrò farvi uscire dalla pista con le vostre scarpe. Mi dispiace perché il mio personale non vi darà due destre o due sinistre per pattinare. Mi dispiace che non sentirò il profumo dei vostri piedi. Mi dispiace non potervi chiedere di non sdraiarvi sulla balaustra. Mi dispiace di non vedere i bimbi mangiare il ghiaccio e i grandi infilarlo nelle mutande del vostro amico. Mi dispiace non poter chiamare il 118 perché volevate provare ad imitare Carolina Kostner. Questo natale non sarà come prima, ho fatto questo post triste e volevo comunicarlo così! » continua poi «Mettete le mascherine, manteniamo le distanze e rispettiamo le regole. Palermo On Ice ha deciso di non aprire. Vi vogliamo bene.»

Molti utenti hanno fatto sentire la loro vicinanza commentando con parole affettuose il post. Nonostante la delicata situazione, che durerà ancora per un tempo indefinito, è assolutamente necessario fare dei piccoli sacrifici e stringere i denti ancora un po’, consapevoli che tutto ciò che ha un inizio ha anche una fine.


 
Condividi

Ester Di Bona

Responsabile di "Palermo Si Cunta". Amo combinare arte e sociale, coltivando competenze e aiutando, al contempo, gli altri a scoprire e implementare le proprie passioni.

error: Content is protected !!