Julian Assange: eroe o criminale?

Di Francesco Puleo – La notizia dell’arresto di Julian Assange, giornalista e fondatore del sito d’inchiesta Wikileaks, ha suscitato un vasto dibattito a livello internazionale. Numerosi esponenti politici e giornalisti, in patria e all’estero, hanno tirato un sospiro di sollievo: con le sue rivelazioni sulle operazioni segrete dei governi di tutto il mondo, Assange avrebbe messo a repentaglio la sicurezza di milioni di persone, compromettendo l’efficacia della diplomazia internazionale e aprendo la strada ai populisti. Giustizia è stata fatta? Non esattamente. Continua a leggere “Julian Assange: eroe o criminale?”

Annunci

Wikileaks ritorna a sbirciare la Clinton

Julian Assange lo aveva annunciato in occasione del decennale di Wikileaks, in video collegamento con Berlino dall’ambasciata ecuadoregna a Londra. “Pubblicheremo nuovi documenti che riguarderanno le elezioni statunitensi, Google, guerre, armi e petrolio”, aveva detto il fondatore dell’organizzazione, che da anni rappresenta l’incubo di tutti i governi occidentali con le sue pubblicazioni di documenti, scomodi e segreti. E dalle parole è passato ai fatti, e forse siamo solo all’inizio. Assange aveva promesso pesanti rivelazioni a cadenza settimanale fino al giorno dell’electionday dell’8 novembre. Ed ecco arrivare le prime, giunte puntuali, a scatenare polemiche e gettare dubbi sulla campagna elettorale americana, in particolare sulla candidata democratica, Hillary Clinton. Continua a leggere “Wikileaks ritorna a sbirciare la Clinton”