Tanti soprannomi e un solo obiettivo: conquistare gli USA. Chi è Elizabeth Warren

Di Gabriele Imperiale – «Pocahontas», «Il cane da guardia delle banche», «Lo sceriffo di Wall Street»: i soprannomi aldilà dell’oceano già si sprecano. E molti altri, di certo, verranno creati nei prossimi mesi per Elizabeth Ann Warren. La 69enne senatrice del Massachusetts – varcherà la soglia dei 70 a giugno – li ha guadagnati tutti sul “campo” e continuerà a farlo durante le prossime primarie democratiche. Continua a leggere “Tanti soprannomi e un solo obiettivo: conquistare gli USA. Chi è Elizabeth Warren”

Annunci

La guerra non è finita

Di Francesco Puleo – Il 19 dicembre scorso, il presidente degli Stati Uniti ha annunciato la sua decisione di ritirare le truppe americane dalla Siria. La giustificazione di Trump è che l’ISIS è stato sconfitto, sebbene fino a settembre, in base ai report ufficiali dell’ONU e del Pentagono, il numero dei miliziani afferenti allo Stato Islamico si aggirasse ancora attorno alle trentamila unità. Continua a leggere “La guerra non è finita”

Tutte le donne d’America

Di Silvia Scalisi – Il 6 novembre le elezioni di midterm che si sono tenute negli Stati Uniti hanno generato un trambusto non indifferente. Un trambusto che solo l’onda di uno tzunami poteva provocare; un’onda metaforica, chiaramente, che ha il colore rosa; una pink wave, com’è stata chiamata. Continua a leggere “Tutte le donne d’America”

La “trumpeconomics” funziona?

Di Francesco Paolo Marco Leti – Gli Stati Uniti continuano ad essere l’economia più in forma del blocco occidentale e i meriti sembrano spettare tutti all’attuale amministrazione anche se la realtà, come spesso accade, è leggermente più complessa. Continua a leggere “La “trumpeconomics” funziona?”

Perché gli Stati Uniti hanno abbandonato il Consiglio ONU per i Diritti Umani

Di Davide Renda – Dopo anni di critiche e negoziazioni, gli Stati Uniti hanno definitivamente preso le distanze dalle attività del Consiglio per i Diritti Umani (d’ora in poi definito come Consiglio) delle Nazioni Unite. Con una dichiarazione congiunta Nikki Haley, rappresentante americana permanente alle Nazioni Unite, e Mike Pompeo, Segretario di Stato, hanno annunciato il ritiro degli Usa dal Consiglio. Continua a leggere “Perché gli Stati Uniti hanno abbandonato il Consiglio ONU per i Diritti Umani”

C’era una volta (e c’è ancora) in America: sparatorie e armi troppo libere

Di Marco Cerniglia – Leggi permissive, nessun controllo e facile reperibilità: le armi negli USA, e la regolamentazione in merito, sono sempre state un punto cruciale della politica a stelle e strisce. Tuttavia, ancora oggi, nessuno è riuscito, per mancanza di supporto o per negligenza, a trovare una soluzione concreta. Continua a leggere “C’era una volta (e c’è ancora) in America: sparatorie e armi troppo libere”