I Foreign Fighters torneranno a casa?

Di Marco Cerniglia – Avevamo già visto, in altre analisi della situazione siriana, come il rientro delle truppe americane annunciato dal Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, stesse provocando numerose reazioni contrarie tra gli alleati esteri, e causando anche dei dissidi all’interno del suo stesso governo. La situazione, tornata apparentemente alla normalità dopo le turbolenze iniziali, è stata ora nuovamente destabilizzata dall’ultima provocazione presidenziale, stavolta mirata all’Europa. Continua a leggere “I Foreign Fighters torneranno a casa?”

Annunci

Risvolti di un ritiro annunciato

Di Marco Cerniglia – Della crisi in Siria ormai se ne parla quasi quotidianamente. Un conflitto che sta ormai per compiere il suo ottavo anno di età, definito una guerra civile dal Comitato Internazionale della Croce Rossa. Tuttavia, nonostante la sua natura geograficamente localizzata, le ripercussioni di ciò che avviene al suo interno si fanno sentire a livello mondiale, e anche molte decisioni dello scacchiere politico internazionale vengono prese sulla base di quanto sta succedendo all’interno di quei confini. Continua a leggere “Risvolti di un ritiro annunciato”

La “trumpeconomics” funziona?

Di Francesco Paolo Marco Leti – Gli Stati Uniti continuano ad essere l’economia più in forma del blocco occidentale e i meriti sembrano spettare tutti all’attuale amministrazione anche se la realtà, come spesso accade, è leggermente più complessa. Continua a leggere “La “trumpeconomics” funziona?”

Come muore un giornalista

Di Giusy Monforte – Il 2 ottobre alle ore 13:00 il giornalista Jamal Kashoggi, 59 anni, si reca al Consolato saudita di Instanbul per richiedere il certificato di matrimonio. La fidanzata, che l’avrebbe accompagnato fino all’ingresso, dichiara di averlo atteso per ore prima di denunciarne la scomparsa alle autorità. Continua a leggere “Come muore un giornalista”

Trump fa tutto da solo: colpisce Teheran, l’Europa, tutti

Di Daniele Monteleone – La scorsa settimana il mondo è stato scosso da una nuova misura del presidente americano Donald Trump, tutt’altro che inaspettata. Trump ha annunciato il ritiro dall’accordo sul nucleare iraniano firmato durante l’amministrazione Obama, dando credito alle accuse israeliane di violazioni degli accordi da parte di Teheran e assecondando la richiesta dello stesso primo ministro israeliano di riattivare le vecchie sanzioni. Continua a leggere “Trump fa tutto da solo: colpisce Teheran, l’Europa, tutti”

La rivoluzione commerciale trumpiana: l’introduzione dei dazi

Di Francesco Paolo Marco Leti – I dazi, i contingenti e le tariffe commerciali sono fra i principali strumenti di politica finanziaria, ma naturalmente, non sono gli unici. Infatti, vi sono altri strumenti importanti che manipolano il commercio internazionale, molto antichi, il cui utilizzo è stato documentato già nell’Alto Medioevo. Questi sono: le sovvenzioni alle esportazioni o le barriere commerciali non tariffarie (norme sanitarie, economiche, culturali). Continua a leggere “La rivoluzione commerciale trumpiana: l’introduzione dei dazi”