Il navigator ideale

Di Erica Barra – Insieme al reddito di cittadinanza il Ministero dello sviluppo economico ha finanziato un grande piano di assunzioni volto ad assumere 10.000 navigator, il cui ruolo è assistere i destinatari del sussidio nel loro percorso di ricollocazione lavorativa. Continua a leggere “Il navigator ideale”

Annunci

Lo spauracchio della manovra bis: lo scontro continua

Di Vincenzo Mignano – Mercoledì 27 febbraio 2019 verrà pubblicato, dalla Commissione europea, assieme a quelli relativi agli altri Stati membri, il Country report dedicato all’Italia, attraverso cui Bruxelles si esprimerà sulle strategie economiche intraprese dal Governo giallo-verde. Secondo le prime anticipazioni, fornite da Repubblica, il fascicolo di circa 50 pagine attaccherebbe drasticamente i principali punti di forza posti alla base della legge di bilancio italiana 2019, in quanto la renderebbero priva di «misure capaci di impattare positivamente sulla crescita di lungo termine».

Continua a leggere “Lo spauracchio della manovra bis: lo scontro continua”

Cosa c’è da sapere sul reddito di cittadinanza

Di Marco Morello – Il Reddito di cittadinanza è la proposta simbolo del Movimento 5 Stelle e una delle priorità del governo Cinque Stelle-Lega; in base alle ultime novità sia il reddito che la pensione di cittadinanza dovrebbero partire nella prima metà del 2019. Continua a leggere “Cosa c’è da sapere sul reddito di cittadinanza”

Da un rifolo di ponentino autunnale alla tempesta perfetta

Di Francesco Paolo Marco Leti – Nella giornata di giovedì 27, il Governo ha approvato la nota di aggiornamento al DEF. Il contenuto e le cifre presenti non sono al momento chiari, in particolare per quel che concerne la ripartizione del budget per i vari capitoli di spesa. Quello che è certo è la presenza di alcuni cavalli di battaglia dei due partiti che rappresentano il Governo. Continua a leggere “Da un rifolo di ponentino autunnale alla tempesta perfetta”

Verso la legge di bilancio: un flash sul reddito di cittadinanza

Di Federico Mazzara – La proposta del Reddito di Cittadinanza (da adesso RDC), così come formulata nel disegno di legge 1148, prevede l’erogazione di 780 euro (corrispondente alla soglia di povertà individuata dall’ISTAT) a tutti gli individui che abbiano compiuto 18 anni, disoccupati, o con un reddito inferiore alla cifra considerata. Contestualmente, per i percettori del reddito vi è l’obbligo di iscrizione ai centri per l’impiego, i quali sottoporranno tre proposte di lavoro, rifiutate le quali decade il diritto al percepimento. Nel frattempo, vige l’obbligo per il cittadino di prestare servizi sociali per almeno 8 ore settimanali nel comune di appartenenza. Continua a leggere “Verso la legge di bilancio: un flash sul reddito di cittadinanza”