Lo spauracchio della manovra bis: lo scontro continua

Di Vincenzo Mignano – Mercoledì 27 febbraio 2019 verrà pubblicato, dalla Commissione europea, assieme a quelli relativi agli altri Stati membri, il Country report dedicato all’Italia, attraverso cui Bruxelles si esprimerà sulle strategie economiche intraprese dal Governo giallo-verde. Secondo le prime anticipazioni, fornite da Repubblica, il fascicolo di circa 50 pagine attaccherebbe drasticamente i principali punti di forza posti alla base della legge di bilancio italiana 2019, in quanto la renderebbero priva di «misure capaci di impattare positivamente sulla crescita di lungo termine».

Continua a leggere “Lo spauracchio della manovra bis: lo scontro continua”

Annunci

De-PIL-ata?

Di Francesco Paolo Marco Leti – Le Istituzioni nazionali e internazionali che hanno diramato i propri bollettini hanno, in parte, risposto a questa domanda. Infatti, si è passati dall’1,5% del Documento di Economia e Finanza (DEF), all’1% della legge di bilancio, allo 0,6% del Fondo Monetario Internazionale (FMI) e Banca d’Italia, allo 0,2% della Commissione Europea e, per concludere, allo 0,3% di Fitch Ratings. Continua a leggere “De-PIL-ata?”

Profumo di ottimismo in un clima di recessione tecnica

Di Ugo Lombardo – È da giorni che si parla di recessione tecnica, termine di cui il linguaggio politico si è appropriato per giustificare i due trimestri di calo del Pil, rafforzando l’idea di un fenomeno di recessione meno importante (o transitorio) e grave. Continua a leggere “Profumo di ottimismo in un clima di recessione tecnica”

Verso la legge di bilancio: un flash sul reddito di cittadinanza

Di Federico Mazzara – La proposta del Reddito di Cittadinanza (da adesso RDC), così come formulata nel disegno di legge 1148, prevede l’erogazione di 780 euro (corrispondente alla soglia di povertà individuata dall’ISTAT) a tutti gli individui che abbiano compiuto 18 anni, disoccupati, o con un reddito inferiore alla cifra considerata. Contestualmente, per i percettori del reddito vi è l’obbligo di iscrizione ai centri per l’impiego, i quali sottoporranno tre proposte di lavoro, rifiutate le quali decade il diritto al percepimento. Nel frattempo, vige l’obbligo per il cittadino di prestare servizi sociali per almeno 8 ore settimanali nel comune di appartenenza. Continua a leggere “Verso la legge di bilancio: un flash sul reddito di cittadinanza”

Il rallentamento “annunciato”

Di Francesco Paolo Marco Leti – Gli istituti statistici e di raccolta di dati macroeconomici sembrano confermare quanto annunciato da analisti economici e dallo stesso ministro dell’economia Tria. I dati esposti nelle ultime settimane dall’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT), infatti, mostrano come la crescita italiana stia subendo un rallentamento e che nel secondo trimestre ci sia stata una crescita di solo 0,2 punti percentuali. Continua a leggere “Il rallentamento “annunciato””