L’invasione che non c’è

Di Sara Sucato – Disponiamo di ben poche armi per contrastare la speculazione su un problema sociale che si trasforma in discorso politico, il cui fine ultimo diventa la vittoria delle elezioni piuttosto che la pacificazione degli animi e l’offerta di una reale soluzione. Eppure, di mezzi ne abbiamo. Continua a leggere “L’invasione che non c’è”

Annunci

Tra Macron e Conte è tregua sui migranti, con Salvini un pò meno

Di Mario Montalbano – La crisi diplomatica scaturita dal caso della nave Aquarius tra Francia e Italia sembra essere in qualche modo rientrata. Almeno per ora. A certificare la tregua tra i due paesi, prima la telefonata della sera precedente, e poi l’incontro avvenuto venerdì, all’Eliseo, tra il presidente Emmanuel Macron e il premier italiano, Giuseppe Conte. Continua a leggere “Tra Macron e Conte è tregua sui migranti, con Salvini un pò meno”

Sotto il segno dell’Aquarius

Di Gaia Garofalo – “Rifiutata dall’Italia e da Malta, una nave umanitaria con a bordo 600 migranti cerca un porto” intitola Le Monde. «Durante la giornata di domenica Salvini, il leader della formazione di estrema destra – uno dei due partiti che costituiscono il nuovo governo italiano – ha minacciato di chiudere i porti italiani alle navi che raccolgono i naufraghi, se Malta non accetta di ricevere l’Aquarius», spiega ancora il principale giornale francese. Continua a leggere “Sotto il segno dell’Aquarius”

Aiuto umanitario? Non più nell’Ungheria di Orban

Di Daniele Monteleone – In Ungheria si respira uno spregiudicato nazionalismo, da tempo osservato e tollerato dall’Unione europea, stabile finanziatrice dei progetti ungheresi, così come di tutti i paesi membri. E come potrebbe essere altrimenti? Principi e intese continentali, sociali oltre che economici, non sono il denominatore comune dell’Unione. Questa settimana però si continuerà a parlare di una questione in particolare: la gestione dei migranti da parte dell’amministrazione di Viktor Orban. Continua a leggere “Aiuto umanitario? Non più nell’Ungheria di Orban”

L’Ue tenta “la quadratura del cerchio” per gli immigrati: si comincia dalle Ong

Di Daniele Monteleone – È arrivato il via libera dell’Unione europea per il “codice di condotta” riferito alle Organizzazioni Non Governative che effettuano le operazioni di soccorso in mare per i migranti.

La notizia arriva da fonti qualificate – e attendibili – del Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno italiano. Nella riunione di Bruxelles del 13 luglio alla quale ha partecipato una delegazione del nostro Paese, rappresentanti di Frontex e della Commissione europea è stato possibile approvare un testo che prevede le nuove regole che consentiranno di disciplinare l’attività svolta dalle Ong nel Mediterraneo. Si tratta di un piccolo passo nel quadro generale della gestione della migrazione africana-mediorientale verso l’Europa. Continua a leggere “L’Ue tenta “la quadratura del cerchio” per gli immigrati: si comincia dalle Ong”