Dopo la Brexit, ecco un’altra sfida per l’Ue: rispondere all’Italia “sovranista”

Di Mario Montalbano – A ottantotto giorni dalle elezioni del 4 marzo, l’Italia ha finalmente un nuovo governo. A guidarlo il professore, Giuseppe Conte, nominato premier dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e scelto dalle forze politiche maggioritarie nel Parlamento, Lega e M5s, quale arbitro del loro contratto, definito “del cambiamento”. Continua a leggere “Dopo la Brexit, ecco un’altra sfida per l’Ue: rispondere all’Italia “sovranista””

Annunci

Adesso, Mattarella guarda a sinistra con Fico. Almeno che Salvini…

Di Mario Montalbano – Dopo due tornate di consultazioni e un mandato esplorativo conferito alla presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ci riprova. Sono stati giorni di riflessioni per il Capo dello Stato, dopo l’ennesimo giro a vuoto della scorsa settimana che ha confermato la mancanza di spiragli per un governo formato da centrodestra e dal M5s. Continua a leggere “Adesso, Mattarella guarda a sinistra con Fico. Almeno che Salvini…”

Verso le consultazioni-bis: nessuna maggioranza in vista

Di Mario Montalbano  – È stata una domenica di incontri politici, ma soprattutto di vertici tanto per il Movimento Cinque Stelle, quanto per il centrodestra, in vista della settimana che dovrebbe portare al nuovo giro di consultazioni da parte del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per la formazione di un governo. Continua a leggere “Verso le consultazioni-bis: nessuna maggioranza in vista”

Che cosa resta dopo la faida elettorale?

Di Francesco Paolo Marco Leti – L’ultima campagna elettorale si è caratterizzata per una violenza verbale e fisica che ha tracimato gli argini della normale sfida elettorale. Questi eccessi rischiano di sdoganare comportamenti e atteggiamenti non salutari per la democrazia del Paese, con la trasformazione degli avversari in nemici politici. Il rischio è la fine del compromesso e la paralisi. Continua a leggere “Che cosa resta dopo la faida elettorale?”

Maggioranza parlamentare cercasi… invano?

Di Mario Montalbano – Non avere una vera e propria maggioranza parlamentare al termine del voto, non rappresenta di certo una novità per l’Europa nell’ultimo periodo. La Spagna, per ben due volte, l’Olanda, la Germania in stretto ordine cronologico rappresentano esempi lampanti di una tendenza che trova le sue ragioni non solo nelle specificità dei singoli sistemi elettorali dei paesi, ma anche nella perdurante crisi dei partiti tradizionali. L’Italia, in questo senso, non fa eccezione. Il voto del 4 marzo, infatti, ci ha consegnato un paese privo di qualsiasi tipo di maggioranza parlamentare in grado di costituire un governo stabile. Continua a leggere “Maggioranza parlamentare cercasi… invano?”