Attenzione alle pietre: si rischia di inciampare nel passato

Di Maddalena Tomassini – Come milioni di altre persone, ho camminato per le vie del centro di Roma registrando la presenza delle “pietre d’inciampo” come si fa con ogni altra cosa del panorama urbano. So cosa significano e perché sono lì: un luccicante barlume di un ben meno splendente passato. Ogni pietra porta il nome di una persona deportata in un lager per la sola colpa di essere nata, ed essere nata ebrea. Continua a leggere “Attenzione alle pietre: si rischia di inciampare nel passato”

Annunci

Campagna di Russia, 100 salme italiane fanno ritorno in Patria

Di Marco Tronci – Era l’estate del 1941 quando Benito Mussolini decise di inviare un contingente italiano sul fronte russo in supporto agli alleati tedeschi. Il tentativo di questa imponente mobilitazione – che prese il nome di operazione Barbarossa – era quello di occupare l’Unione Sovietica. Continua a leggere “Campagna di Russia, 100 salme italiane fanno ritorno in Patria”

«Fakescismo», quando la bufala diventa irritante

Di Giuseppe Sollami – «Eh caro mio, quando c’era lui (il Duce, ndr) tutto era migliore, forse si stava meglio quando si stava peggio». Chissà quante volte, parlando tra noi, in una discussione tra amici e conoscenti di politica e di elezioni, si è fatto riferimento al Ventennio fascista, al fatto che quel periodo tutto sommato non è stato male. Continua a leggere “«Fakescismo», quando la bufala diventa irritante”