Istanbul non sventola bandiera bianca

Di Gaia Garofalo – Il 2018 è il quarto anno di fila che il governo Erdogan bandisce dalle proprie strade la sfilata del Gay Pride. È anche il quarto anno di fila che l’arcobaleno turco se ne infischia e meravigliosamente invade le strade di Istanbul. Continua a leggere “Istanbul non sventola bandiera bianca”

Annunci

Elezioni in Turchia: la partita a scacchi di Erdogan

Di Adriana Brusca – Trascorsi quasi due anni dal tentato golpe del luglio 2016, il retaggio di questo evento cruciale della storia democratica turca continua a ripercuotersi tanto sul piano giuridico, quanto su quello politico: con riguardo al primo aspetto, permane lo stato di emergenza – proclamato ai sensi dell’art. 15 della CEDU – , sulla base del quale è consentito restringere diritti e libertà fondamentali, in presenza di un pericolo che minacci l’integrità della Nazione; sul piano politico, la Turchia continua ad affrontare una fase di forte instabilità, legata principalmente alla transizione tra due modelli ordinamentali a tratti antagonisti: tale mutamento, che si riconnette causalmente all’approvazione della riforma costituzionale, avvenuta tramite consultazione referendaria lo scorso 16 aprile, è accompagnato da una parallela polarizzazione di consensi in capo al Presidente Erdogan, cui specularmente corrisponde una restrizione degli spazi e degli strumenti riservati all’opposizione  politica. Continua a leggere “Elezioni in Turchia: la partita a scacchi di Erdogan”

Turchia: verso la Costituzione del Sultano Erdogan

Nel giugno del 2015, in occasione dell’ultima consultazione elettorale, il partito di Erdogan, l’Akp, aveva ottenuto oltre il 40% dei voti popolari; risultato caratterizzato da numeri molto elevati che, tuttavia, rispecchiavano il più ridimensionato consenso ottenuto dal Presidente dal 2002 e che sembravano rendergli impossibile la stesura della nuova Costituzione, annunciata durante la sua campagna elettorale. Continua a leggere “Turchia: verso la Costituzione del Sultano Erdogan”

La nuova strategia di Erdogan in Siria: strizzare l’occhio a Putin contro i Curdi

Sono trascorsi cinque anni dall’inizio del conflitto siriano ed in questi anni la Turchia del Presidente Erdogan ha mantenuto un atteggiamento ambiguo nei confronti del Califfato. Continua a leggere “La nuova strategia di Erdogan in Siria: strizzare l’occhio a Putin contro i Curdi”

La Turchia sotto i colpi del terrore: i motivi di una duplice matrice

Quello all’aeroporto “Ataturk” è l’ultimo degli attentati avvenuti in terra turca. Il quindicesimo da giugno 2015, il settimo dall’inizio dell’anno in corso. Le ragioni di questa escalation di violenza e distruzione sono da ricercare direttamente nelle pieghe delle relazioni interne e internazionali portate avanti dalla repubblica turca di Recep Tayyid Erdogan. Continua a leggere “La Turchia sotto i colpi del terrore: i motivi di una duplice matrice”

Erdogan e Merkel: un rapporto amore/odio senza riserve

Traballa l’accordo tra Ankara e Unione Europea sulla gestione dei migranti. E traballa a tal punto che anche il presidente della Commissione Europea Juncker ha sostanzialmente espresso un amaro perché no? su una completa integrazione di due milioni di migranti sul territorio europeo, nel caso la “coppia felice” Turchia e Ue scoppiasse. Continua a leggere “Erdogan e Merkel: un rapporto amore/odio senza riserve”