Lavoro e Cultura: l’Italia in Egitto

Di Ester Di Bona – «Il 1 giugno fui selezionato per partecipare a un tirocinio che, una volta terminato, mi dava la possibilità di lavorare come tecnico suono/luci in diverse mete turistiche. Tra le offerte, non avevo dubbi: scelsi l’Egitto, Marsa Matruh Continua a leggere “Lavoro e Cultura: l’Italia in Egitto”

Annunci

Conclusione al dossier “Primavere Arabe”

Di Davide Renda – Nei precedenti sette appuntamenti con il dossier sulle così denominate “Primavere arabe”, che si chiuderà con questo articolo conclusivo, abbiamo affrontato da molti punti di vista un fenomeno che ha sconvolto lo scenario statale, umano e geopolitico di un’area comprendente decine di paesi appartenenti al mondo arabo e musulmano. Continua a leggere “Conclusione al dossier “Primavere Arabe””

Primavere Arabe

Di Davide Renda – Tra la fine del 2010 e l’inizio del 2011 lo scenario politico internazionale ha vissuto una delle sollecitazioni più significative dall’inizio del nuovo millennio. Si tratta dell’insieme di rivolte, proteste, rivoluzioni che hanno interessato la regione del Nord Africa, del vicino Oriente e del Medio Oriente e che sono raccolti sotto la denominazione di origine giornalistica occidentale di primavera araba, quella più conosciuta, o con il nome Secondo risveglio arabo, denominazione adottata da molti studiosi intesa in continuità con le lotte anticoloniali della seconda metà del secolo precedente. Continua a leggere “Primavere Arabe”

Limitazioni alla libertà di espressione e violazione dei diritti umani: l’Egitto imbavaglia le Ong

Il parlamento egiziano ha approvato nel novembre del 2016 una nuova legge sulle Organizzazioni non governative, ponendo ulteriori pressioni sul loro operato. Tale legge, ratificata a fine maggio di quest’anno dal presidente Abdel Fattah al-Sisi, pone le ONG che operano sul territorio egiziano sotto il controllo dell’esecutivo. Continua a leggere “Limitazioni alla libertà di espressione e violazione dei diritti umani: l’Egitto imbavaglia le Ong”

Ritardo infrastrutturale: la vicenda dei ponti in Italia e in Egitto

L’idea di voler collegare la Sicilia con il resto dell’Italia era già nota durante le guerre puniche e successivamente con l’impero romano. Con l’avvento del fascismo Mussolini manifestò la sua intenzione di voler costruire il ponte sullo stretto, se avesse vinto la guerra. Questo progetto fu portato avanti negli anni ’60-’70 anche da chi dopo di lui come Ugo La Malfa, Emilio Colombo e Giulio Andreotti. Continua a leggere “Ritardo infrastrutturale: la vicenda dei ponti in Italia e in Egitto”

Egitto-Europa: tra affari e diritti umani – parte 2 | La Francia e le strategie geopolitiche ed economiche in Egitto

La crisi politico-diplomatica tra Italia e Egitto, come abbiamo visto, rischia di compromettere i rapporti economici tra i due stati. Dunque, l’Italia potrebbe trovare una via d’uscita all’impasse di uno scontro bilaterale con un tentativo di internazionalizzazione della crisi con il coinvolgimento degli altri partner europei. La domanda è: cosa potrà aspettarsi il governo italiano dai principali alleati europei?
Continua a leggere “Egitto-Europa: tra affari e diritti umani – parte 2 | La Francia e le strategie geopolitiche ed economiche in Egitto”