Il dramma dello Yemen: un’assordante guerra civile

Da due anni lo Yemen è attaccato dall’interno da una delle peggiori crisi umanitarie di sempre, a causa di una guerra civile che dura tuttora dal 2015: 20 milioni di persone – il 77% della popolazione – hanno urgente bisogno di aiuto. La maggior parte dei morti e dei feriti si sono registrati nelle zone di Taiz, Sanaa, Saada, Aden e Hajjah, dove i sanguinari raid della coalizione guidata dall’Arabia Saudita sono stati più pesanti. Continua a leggere “Il dramma dello Yemen: un’assordante guerra civile”

Il disimpegno di Trump sul piano internazionale

Trascorso poco meno di un anno dall’ascesa di Donald J. Trump alla Presidenza degli Stati Uniti d’America, lo scenario globale si presenta radicalmente mutato: tra incidenti diplomatici e mal celate ostilità internazionali, la nuova linea politica di Washington ha influito notevolmente sulla tenuta degli equilibri geopolitici globali. Continua a leggere “Il disimpegno di Trump sul piano internazionale”

Il silenzio della memoria: la guerra in Ucraina non è mai finita

Quattro anni di guerra senza fine, un conflitto dimenticato che continua a provocare morti. La guerra ucraina del Donbass, il bacino del Donec, continua a mietere vittime e a costringere persone ad abbandonare le proprie case. Il tutto nel totale silenzio dei media. Cosa è successo? Come si è arrivati a questo punto? Continua a leggere “Il silenzio della memoria: la guerra in Ucraina non è mai finita”

Reddito di inclusione: misura di contrasto alla povertà?

La povertà è uno stato in cui sempre più singole persone e famiglie si ritrovano a vivere in seguito alla crisi economica, che ha messo in ginocchio buona parte della popolazione italiana. Continua a leggere “Reddito di inclusione: misura di contrasto alla povertà?”

Cemetery Tour, alla scoperta dei luoghi dimenticati di Palermo

Riparte il Cemetery Tour firmato Alternative Tours Palermo. Domenica 16 dicembre, alle ore 10, sarà possibile passeggiare per Palermo al solo scopo di conoscere la storia, le evoluzioni architettoniche del più antico cimitero della città. Continua a leggere “Cemetery Tour, alla scoperta dei luoghi dimenticati di Palermo”

Nadia Comăneci, l’atleta bambina che cambiò la storia della ginnastica

La XXI edizione dei Giochi olimpici svoltasi a Montreal nel 1976 fu il primo evento che la Rai trasmise a colori, un’edizione che resterà nella storia. Si respirava ancora un’aria di tensione: il Villaggio delle Olimpiadi di Montreal fu il primo villaggio blindato della storia dei Giochi a causa del Massacro di Monaco durante la XX edizione (1972), l’attacco terroristico contro la delegazione israeliana rivendicato dall’organizzazione terroristica Settembre Nero. Le Olimpiadi di Montreal sono ricordate anche per altre questioni politiche come il boicottaggio della manifestazione sportiva da parte di 27 Paesi africani per protestare contro l’Apartheid in Sudafrica. Un nome rimarrà legato a Montreal e ai Giochi olimpici per sempre: quello di Nadia Comăneci. Continua a leggere “Nadia Comăneci, l’atleta bambina che cambiò la storia della ginnastica”

Margaret Thatcher, lady dal pugno di ferro e lungimirante euroscettica

Parlando di donne che hanno lasciato un segno nella storia, non si può prescindere dal considerare figure del calibro di Margaret Thatcher, primo ministro britannico dal 4 maggio 1979 al 28 novembre 1990. Continua a leggere “Margaret Thatcher, lady dal pugno di ferro e lungimirante euroscettica”