Rita Montagnana, la ragazza che lottò per la libertà delle donne

Per Madri Costituenti

Di Francesca Rao – Rita nacque a Torino nel 1895, in una famiglia di religione ebraica e fortemente socialista. Continua a leggere “Rita Montagnana, la ragazza che lottò per la libertà delle donne”

Annunci

Teresa Noce, rivoluzionaria di professione

Per il dossier Madri Costituenti

Di Gaia Garofalo – Teresa Noce è nata il 29 luglio nell’anno che dà il debutto al 20esimo secolo. Nella sua Torino, palmo di cultura, cresce in una famiglia operaia in assenza del padre, ma tenuta per mano dal fratello e dalla madre. Per questo fu, però, costretta a lasciare prematuramente la scuola. Non lascia, invece, la sua tenacia, quella sempre presente per avere un futuro, e continua così da autodidatta. Continua a leggere “Teresa Noce, rivoluzionaria di professione”

Lina Merlin, l’antifascista con lo sguardo al futuro

Di Valentina Spinelli – Lina Merlin, all’anagrafe Angelina Merlin, nasce a Pozzonovo, un paese della provincia di Padova il 15 ottobre 1887. Donna di grande cultura ed intelligenza, credeva nell’importanza della formazione scolastica di ogni singolo bambino. Dunque, prima di avvicinarsi al mondo della politica, insegnò per alcuni anni la lingua francese alle scuole medie, per poi ricoprire nuovamente il ruolo di maestra nelle scuole elementari. Continua a leggere “Lina Merlin, l’antifascista con lo sguardo al futuro”

Il dossier dedicato alle “madri costituenti” della nuova Italia

Di Francesca RaoEco Internazionale ha il piacere di comunicare la nascita di uno speciale dossier dedicato alle Madri Costituenti. Si tratta di un approfondimento biografico, situato all’interno della rubrica EcoWomen, che consentirà di porre l’attenzione sulle 21 donne italiane elette il 2 giugno 1946 nell’Assemblea Costituente, su un totale di 556 deputati,  e che per la prima volta nella storia hanno avuto accesso alle stanze di Montecitorio. Continua a leggere “Il dossier dedicato alle “madri costituenti” della nuova Italia”

Come il gruppo etnico Oromo sta cambiando l’Etiopia a costo della vita

Di Sara Sucato – (per il dossier Violenze Invisibili) Feyisa Lilesa, secondo classificato nella maratona delle Olimpiadi di Rio del 2016, ha permesso al mondo di conoscere la guerra che sta distruggendo l’Etiopia e dimezzando il gruppo etnico Oromo, colpito anche dal punto di vista economico e sociale. Continua a leggere “Come il gruppo etnico Oromo sta cambiando l’Etiopia a costo della vita”

Il Ruanda: ying e yang di uno Stato controverso

Di Simonetta Viola – Il dossier “Violenze invisibili” nasce dalla volontà di parlare del cosiddetto risvolto della medaglia non conosciuto di molti Paesi nel mondo. Il Ruanda è il primo e tra i più emblematici Paesi in questo senso. Le notizie che traspaiono riguardo la politica, l’economia e i rapporti diplomatici del Paese sono molto incoraggianti. In molti blog, giornali, comunicati stampa si parla di forte crescita economica, di maggiore consapevolezza del popolo riguardo la sanità, di un incredibile cambiamento e miglioramento portato avanti dal Presidente Kagame, in carica dal 2003.  Continua a leggere “Il Ruanda: ying e yang di uno Stato controverso”