La guerra non è finita

Di Francesco Puleo – Il 19 dicembre scorso, il presidente degli Stati Uniti ha annunciato la sua decisione di ritirare le truppe americane dalla Siria. La giustificazione di Trump è che l’ISIS è stato sconfitto, sebbene fino a settembre, in base ai report ufficiali dell’ONU e del Pentagono, il numero dei miliziani afferenti allo Stato Islamico si aggirasse ancora attorno alle trentamila unità. Continua a leggere “La guerra non è finita”

Annunci

Tutte le donne d’America

Di Silvia Scalisi – Il 6 novembre le elezioni di midterm che si sono tenute negli Stati Uniti hanno generato un trambusto non indifferente. Un trambusto che solo l’onda di uno tzunami poteva provocare; un’onda metaforica, chiaramente, che ha il colore rosa; una pink wave, com’è stata chiamata. Continua a leggere “Tutte le donne d’America”

Il lento ritorno alla guerra fredda

Di Noemi Messeri – Lo scontro tra Russia e Stati Uniti sul tema del disarmo nucleare ha mantenuto toni bassi per molti anni. Adesso però Trump alza la voce e dichiara l’intenzione degli Stati Uniti di ritirarsi dal trattato sulle forze nucleari a medio raggio. La pericolosità della decisione si palesa agli occhi degli attori internazionali. Ma cosa c’è dietro? Continua a leggere “Il lento ritorno alla guerra fredda”

L’armata spaziale degli Stati Uniti: la realtà che supera la fantasia

Di Marco Cerniglia – «Armata spaziale, avanti tutta!». Potrebbe sembrare un urlo da battaglia proveniente da un cartone animato di qualche anno fa. Invece, altro non è che un tweet del Presidente degli USA, Donald Trump, in merito ad uno dei suoi progetti più bizzarri e ambiziosi: la creazione di una vera e propria “Space Force“; una nuova forza armata che, qualora dovesse ottenere l’approvazione del Congresso, si aggiungerebbe alle altre cinque già esistenti:  Esercito, Marina, Aeronautica, Corpo dei Marines e Guardia Costiera. Continua a leggere “L’armata spaziale degli Stati Uniti: la realtà che supera la fantasia”

Vincitori e vinti

Di Francesco Puleo – A un giorno di distanza dalla chiusura dei seggi negli Stati Uniti, proviamo a fare il punto della situazione. Sebbene le operazioni di scrutinio non siano ancora concluse, il dato di fondo delle elezioni di midterm è chiaro: i democratici conquistano la maggioranza alla Camera, i repubblicani conservano  il Senato. Uno scenario al quale l’America ci ha da tempo abituato e che si è verificato anche nell’ultimo mandato della presidenza Obama. Continua a leggere “Vincitori e vinti”

Gli Stati Uniti e la prova del Midterm

Di Antinea Pasta – Cosa sono le elezioni di midterm

Le elezioni di medio termine negli stati Uniti d’America avvengono ogni quattro anni, due anni dopo le elezioni presidenziali e riguardano il Congresso, le assemblee elettive e alcuni dei governatori dei singoli Stati. Quindi non riguardano direttamente il Presidente degli Stati Uniti, ma da sempre rappresentano un test sull’operato di quest’ultimo e sulla sua popolarità, tant’è che nella storia americana è accaduto spesso che il partito del Presidente in carica abbia perduto almeno uno dei due rami del Congresso, il che però non ha compromesso una possibile rielezione per un secondo mandato. Continua a leggere “Gli Stati Uniti e la prova del Midterm”