Russia 2018: rimpianti mondiali per l’Italia?

Di Francesco Polizzotto – La ventunesima edizione del mondiale è ormai giunta agli ultimi atti: martedì e mercoledì si disputeranno le due semifinali, sabato la finalina per il terzo e il quarto posto, e quindi domenica prossima la finalissima che decreterà la nazionale vincitrice del torneo. Continua a leggere “Russia 2018: rimpianti mondiali per l’Italia?”

Annunci

Russia 2018: un mondiale senza padrone

Di Francesco Polizzotto – Quando la fase eliminatoria dei gironi sta per concludersi, l’andamento della competizione mondiale appare più che mai equilibrato e aperto quindi a qualsiasi scenario. Per un torneo orfano in partenza di nazionali come l’Italia (quattro titoli vinti: 1934, 1938, 1982 e 2006) e l’Olanda (terza nel 2014 e seconda nel 2010) le partite d’esordio della prima fase assumevano particolare rilevanza.  Continua a leggere “Russia 2018: un mondiale senza padrone”

Lula livre

Di Francesco Puleo – Esattamente un mese fa, l’ex presidente del Brasile Luis Inacio Lula da Silva si è consegnato alla polizia in seguito alla condanna a 12 anni per corruzione nell’ambito di un’inchiesta giudiziaria su presunte tangenti che coinvolge una fitta rete di imprese pubbliche e private e numerosi esponenti di spicco della politica brasiliana. Per ampiezza, metodi e clamore mediatico, l’inchiesta Lava Jato (“autolavaggio”) è stata paragonata a Mani Pulite: lo stesso Sergio Moro, giudice e regista dell’operazione, dice di essersi ispirato al Pool di magistrati che nel 1992 ha svelato all’opinione pubblica italiana il sistema di finanziamento illecito dei partiti, preparando il terreno alla loro dissoluzione. Continua a leggere “Lula livre”

Il Brasile

Di Simona Di Gregorio – Questo mese parleremo del Brasile, il più grande Paese dell’ America latina. Si estende per 7000 chilometri di costa atlantica e la foresta tropicale amazzonica occupa la metà settentrionale del Paese. Colonia portoghese fino al 1822, grazie alle sue risorse naturali è divenuta una potenza economica regionale.

Continua a leggere “Il Brasile”

L’ultimo saluto ai giocatori del Chapecoense

Si sono celebrati oggi i funerali degli sfortunati calciatori brasiliani della Chapecoense, morti a causa dell’incidente aereo del 28 novembre scorso. Migliaia di persone si sono radunate presso lo stadio Arena Condà per ricordare le 71 vittime del disastro aereo che ha praticamente cancellato la squadra di calcio volata in Colombia per la finale di Copa Sudamericana. Il quadrimotore su cui viaggiava la squadra, il Volo La Mia Airlines 2933, era precipitato nei pressi della città colombiana di Medellín. Continua a leggere “L’ultimo saluto ai giocatori del Chapecoense”

Si apre il sipario su Rio 2016 tra problemi e speranze

Di Ugo Lombardo – L’attesa è finita. Oggi, alle 19.20 locali, con la cerimonia di apertura e la sfilata delle oltre 200 nazioni partecipanti inizia la trentunesima edizione dei Giochi estivi. Sarà la prima volta per il Brasile e per l’intero Sudamerica, se si esclude Città del Messico del 1968. Grande curiosità per chi sarà l’ultimo tedoforo ad accendere il braciere olimpico. Le indiscrezioni fanno pensare al nome di Pelè. Ma, nulla è stato ancora deciso, aumentando ovviamente il pathos tipico delle grandi occasioni. Un evento a cui il Brasile arriva nel bel mezzo di una crisi a tutti i livelli, sociale, politico ed economico. Continua a leggere “Si apre il sipario su Rio 2016 tra problemi e speranze”