Il richiamo della foresta

Di Francesco Puleo – Chi pensava che le uscite di Jair Bolsonaro fossero pura propaganda utile solo a spostare voti, dovrà ricredersi. Ad appena un mese dal suo insediamento, il nuovo presidente brasiliano ha già firmato una serie di ordini esecutivi che preparano il terreno alla realizzazione di alcune delle politiche annunciate durante la sua campagna elettorale. Continua a leggere “Il richiamo della foresta”

Annunci

Cesare Battisti torna in Italia: la fanfara e il silenzio

Di Maddalena Tomassini – «Matteo Salvini, il piccolo regalo sta arrivando», ha twittato Eduardo Bolsonaro, figlio del presidente del Brasile e deputato federale. E che regalo. Cesare Battisti è stato catturato in Bolivia sabato pomeriggio, intorno alle 17. In Italia erano le 22. L’ex-terrorista passeggiava per le vie di Santa Cruz de La Sierra, nell’entroterra della Bolivia, indossando barba e baffi finti. Un travestimento che non è valso a molto, quando gli agenti boliviani – dietro l’input degli investigatori di Milano – lo hanno avvicinato. Continua a leggere “Cesare Battisti torna in Italia: la fanfara e il silenzio”

A mali estremi, estrema destra

Di Francesco Puleo – Alla fine di una delle campagne elettorali più divisive e conflittuali della sua storia, il Brasile ha eletto Jair Bolsonaro presidente della Repubblica. Un personaggio che, in modo eufemistico, è stato definito “populista”. Altri lo hanno ribattezzato il Trump brasiliano. Un uomo su cui, almeno fino a qualche mese fa, nessuno avrebbe scommesso granché e la cui vittoria al primo turno delle elezioni di due settimane fa ha costretto a porsi delle domande sul futuro del Brasile e del mondo intero. Continua a leggere “A mali estremi, estrema destra”

Il Brasile al ballottaggio: sfida tra l’estrema destra e la sinistra sfiduciata

Di Daniele Monteleone – Il primo turno delle elezioni brasiliane spinge Jair Bolsonaro a un risultato solido, inaspettatamente più alto di quanto previsto, portandolo quasi all’immediata vittoria. L’ex militare e candidato della destra estrema ottiene infatti il 46% delle preferenze, battendo – per il momento – la sinistra rappresentata dal Partidos dos Trabalhdores che si è presentata a queste elezioni con il candidato Fernando Haddad, indicato dallo stesso Lula come l’uomo giusto per andare a caccia della presidenza. Haddad però non va oltre il 29% e giunge come sfidante al ballottaggio che si terrà il 28 ottobre. Continua a leggere “Il Brasile al ballottaggio: sfida tra l’estrema destra e la sinistra sfiduciata”

La cultura a rogo: fiamme al Museo Nazionale di Rio

Di Simona Di Gregorio – Cinque continue ore di fuoco nella sera del quattro settembre hanno interamente incendiato il Museo Nazionale di Rio. Ignote le cause, probabilmente un cortocircuito di un impianto poco all’avanguardia. Certe le problematiche che lo hanno favorito: sistema di prevenzione degli incendi, mancante; acqua negli idranti, assente; abbandono, incuria; intervento, inadeguato. Continua a leggere “La cultura a rogo: fiamme al Museo Nazionale di Rio”