Accordo sui migranti, Angela Merkel ha ancora un suo governo. Intanto Austria e Italia…

Di Mario Montalbano – Dopo giorni di tensioni, Angela Merkel è riuscita a recuperare con i propri alleati di maggioranza, Csu e Spd, sul tema dei migranti, ponendo fine così alla crisi di governo che rischiava di mettere seriamente in pericolo la stabilità dell’esecutivo. Continua a leggere “Accordo sui migranti, Angela Merkel ha ancora un suo governo. Intanto Austria e Italia…”

Annunci

I due punti fermi della Germania: Angela Merkel e il governo di coalizione

Di Mario Montalbano – In Germania, si voterà fra meno di venti giorni, ma il risultato finale appare già scritto. Angela Merkel corre spedita verso il quarto mandato da cancelliera. I sondaggi, infatti, la danno avanti di ben oltre dieci punti percentuali rispetto al suo principale concorrente, il socialdemocratico ed ex presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz. Un vantaggio considerevole, ad oggi difficile da colmare. Continua a leggere “I due punti fermi della Germania: Angela Merkel e il governo di coalizione”

Le prime pagine dei quotidiani

Sono due le notizie da segnalare in apertura dei principali quotidiani in edicola di oggi: l’annuncio dell’attuale cancelliera tedesca Angela Merkel di volersi ricandidare per un quarto mandato da cancelliere federale in Germania, e i risultati delle primarie del centrodestra in Francia, dove il ballottaggio sarà tra François Fillon e Alain Juppé con l’esclusione dell’ex-presidente Nicolas Sarkozy. Il Fatto Quotidiano titola sul referendum costituzionale, mentre libero si occupa del caso delle firme false del Movimento 5 Stelle in Sicilia (in particolare a Palermo). I principali quotidiani sportivi commentano il pareggio (2-2) tra Milan e Inter e l’allungo della Juventus in classifica, +7 sulle dirette inseguitrici. Continua a leggere “Le prime pagine dei quotidiani”

Una sconfitta in casa che preoccupa la Merkel ma anche l’Europa

A distanza di qualche mese dal risultato sorprendente, e mai quanto premonitore, delle tornate regionali dello scorso 13 marzo, l’Alternative for Deutschland si conferma anche nel collegio elettorale che è di Angela Merkel. Nel Meclemburgo-Pomerania, il partito della destra e anti-migranti di Frauke Petry è riuscito ad affermarsi davanti al Cdu della cancelliera (Christlich Demokratische Union Deutschlands), 20,8 % contro il 19%, arrendendosi solamente ai socialdemocratici. Una débâcle per la Merkel, e più in generale per l’intero sistema dei partiti tradizionali, visto che anche l’Spd (Sozialdemokratische Partei Deutschlands), che pur formalmente avrebbe vinto le elezioni con il 30 percento dei voti, deve registrare una perdita di cinque punti rispetto a cinque anni fa. Continua a leggere “Una sconfitta in casa che preoccupa la Merkel ma anche l’Europa”