Italia vs Unione europea: prossimo incontro o rinnovato scontro?

Di Vincenzo Mignano – Il braccio di ferro Roma-Bruxelles, che ha visto come protagonisti la Commissione europea e il Governo italiano Lega-M5s, ha condotto ad un esito che, per le relative dinamiche di attuazione, è apparso alquanto scontato e preannunciato. La definitiva bocciatura della nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza (Def) – avvenuta il 21 novembre scorso – ha svelato, infatti, quei connotati giuridici e, soprattutto, politici che, già nelle settimane precedenti, era possibile percepire e che hanno caratterizzato, in linea generale, l’intero sviluppo della vicenda. Continua a leggere “Italia vs Unione europea: prossimo incontro o rinnovato scontro?”

Annunci

Il problema demografico in Italia: pochi giovani e “arresi”, mentre gli anziani li “sostengono”

Di Ugo Lombardo – Dopo la Seconda guerra mondiale, l’Italia era un paese molto giovane ed il suo tasso di natalità era al di sopra della soglia di sostituzione – ovvero 2,1 figli per donna – e con una speranza di vita che non superava i 70 anni. In materia di invecchiamento, la relativa causa è da rintracciarsi nella combinazione di due elementi: un’aspettativa di vita in crescita e un sempre più basso livello di natalità, generato da un radicale cambiamento nei modelli di fecondità. Continua a leggere “Il problema demografico in Italia: pochi giovani e “arresi”, mentre gli anziani li “sostengono””

La “trumpeconomics” funziona?

Di Francesco Paolo Marco Leti – Gli Stati Uniti continuano ad essere l’economia più in forma del blocco occidentale e i meriti sembrano spettare tutti all’attuale amministrazione anche se la realtà, come spesso accade, è leggermente più complessa. Continua a leggere “La “trumpeconomics” funziona?”

L’Europa e le sue “catene” di bilancio

Di Ugo Lombardo – La consegna del documento programmatico di bilancio è di fondamentale importanza per l’Unione Europea e per le sue finalità di coordinamento delle politiche economiche dei singoli Stati membri. Il motivo principale è che questo documento permette di avere una visione di quella che sarà la politica economica e finanziaria dello Stato membro in relazione sia alla coerenza dei bilanci nazionali con gli altri Stati membri dell’UE, sia agli indirizzi di politica economica emanati nel contesto del Patto di Stabilità e Crescita. Continua a leggere “L’Europa e le sue “catene” di bilancio”

Scontro o incontro?

Di Vincenzo Mignano – La Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza (Def)presentata dal Governo Lega-M5s il 15 ottobre scorso – ha suscitato, nelle ultime settimane, le critiche e le perplessità della Commissione europea. Si è assistito, nel caso di specie, ad un forte scontro istituzionale tra Roma e Bruxelles che ha prodotto delle conseguenze in ottica sia economica (spread a 310 punti) che politica (indebolimento internazionale). Diverse, in tal senso, sono state le chiavi di lettura prospettate al fine di percepire le dinamiche e le proporzioni della vicenda, sino ad includere l’ipotesi – funesta – di una possibile dissoluzione dell’euro. Continua a leggere “Scontro o incontro?”

La tempesta perfetta sui mercati

Di Francesco Paolo Marco Leti – Venerdì pomeriggio, a mercati chiusi, è arrivata la nuova valutazione di Moody’s sui titoli di debito del Paese e la sua valutazione non è stata per nulla positiva. I nostri titoli di debito sono stati declassati da Baa2 a Baa3, appena di un gradino sopra il livello junk (spazzatura) di Ba1. Le ragioni addotte per il declassamento sono state la decisione del governo di aumentare la spesa in deficit e al contempo l’assenza di un piano coerente di riforme che favorisca la crescita, oltre a una previsione fin troppo ottimistica sulla crescita del PIL del prossimo anno. Continua a leggere “La tempesta perfetta sui mercati”