Conosci, apprendi, lavori e…dipendi!

Di Ugo Lombardo – Come descritto in “Conosci, apprendi, lavori!”, in un contesto come quello della globalizzazione, sono presenti continui processi di innovazione che richiedono livelli elevati di formazione, flessibilità, apprendimento continuo, adattabilità a situazioni sempre diverse, capacità di accedere alle informazioni e creatività.

Continua a leggere “Conosci, apprendi, lavori e…dipendi!”

Annunci

Un nuovo impulso solidale?

Di Vincenzo Mignano – La Banca centrale europea (BCE), a seguito di un’ampia valutazione del quadro macroeconomico, ha determinato l’adozione di una serie di misure che hanno portato alla modifica della forward guidance.

Continua a leggere “Un nuovo impulso solidale?”

Chi più e chi meno Euro

Di Ugo Lombardo – Grazie al rapporto intitolato 20 anni di Euro: vincitori e vinti, redatto dal think tank tedesco del Centre for European Policy (Cep) di Friburgo, è stato possibile mettere in evidenza come il problema della competitività tra i vari Stati dell’Eurozona «rimane irrisolto» e «deriva dal fatto che i singoli paesi non possono più svalutare la propria valuta per rimanere competitivi a livello internazionale».

Continua a leggere “Chi più e chi meno Euro”

Lo spauracchio della manovra bis: lo scontro continua

Di Vincenzo Mignano – Mercoledì 27 febbraio 2019 verrà pubblicato, dalla Commissione europea, assieme a quelli relativi agli altri Stati membri, il Country report dedicato all’Italia, attraverso cui Bruxelles si esprimerà sulle strategie economiche intraprese dal Governo giallo-verde. Secondo le prime anticipazioni, fornite da Repubblica, il fascicolo di circa 50 pagine attaccherebbe drasticamente i principali punti di forza posti alla base della legge di bilancio italiana 2019, in quanto la renderebbero priva di «misure capaci di impattare positivamente sulla crescita di lungo termine».

Continua a leggere “Lo spauracchio della manovra bis: lo scontro continua”

De-PIL-ata?

Di Francesco Paolo Marco Leti – Le Istituzioni nazionali e internazionali che hanno diramato i propri bollettini hanno, in parte, risposto a questa domanda. Infatti, si è passati dall’1,5% del Documento di Economia e Finanza (DEF), all’1% della legge di bilancio, allo 0,6% del Fondo Monetario Internazionale (FMI) e Banca d’Italia, allo 0,2% della Commissione Europea e, per concludere, allo 0,3% di Fitch Ratings. Continua a leggere “De-PIL-ata?”

Profumo di ottimismo in un clima di recessione tecnica

Di Ugo Lombardo – È da giorni che si parla di recessione tecnica, termine di cui il linguaggio politico si è appropriato per giustificare i due trimestri di calo del Pil, rafforzando l’idea di un fenomeno di recessione meno importante (o transitorio) e grave. Continua a leggere “Profumo di ottimismo in un clima di recessione tecnica”