Le agenzie di rating, i “giudici” del mercato

Di Francesco Paolo Marco Leti – Le principali agenzie di rating riconosciute, o almeno quelle riconosciute dalla BCE nello svolgimento delle sue funzioni, sono quattro: due statunitensi, la S&Poor’s e la Moody’s; una francese, la Fitch; una canadese, la Dbrs. Tali istituti emettono un giudizio di affidabilità nei confronti di ogni strumento finanziario presente sul mercato; giudizio, questo, che si riflette nei confronti dell’emittente. Continua a leggere “Le agenzie di rating, i “giudici” del mercato”

Annunci

Lo spread: cosa è, a cosa serve e cosa misura

Di Francesco Paolo Marco Leti – Quello che comunemente chiamiamo spread è il differenziale del tasso di interesse fra due titoli di Stato aventi la stessa durata. In altri termini, tale differenziale non fa altro che misurare la distanza di rendimenti fra due titoli confrontabili, cioè di pari durata e con le medesime caratteristiche. Questa differenza è misurata in punti che rimarcano la distanza fra le percentuali di rendimento dei due titoli. Continua a leggere “Lo spread: cosa è, a cosa serve e cosa misura”

Da “scroccone a scroccone”: la Germania che non ti aspetti

Di Francesco Paolo Marco Leti – La Germania è senza dubbio l’economia principale europea e contemporaneamente il primo paese manifatturiero d’Europa. Questa forza economica è figlia di una lunga tradizione e di una politica economica oculata, nella quale obiettivi e strumenti sono ben tarati e perfettamente studiati. Continua a leggere “Da “scroccone a scroccone”: la Germania che non ti aspetti”

Il mercato unico dell’Unione Europea nell’era digitale

Di Vincenzo Mignano – Nel 2015, su proposta della Commissione europea, l’Ue ha avviato la creazione del Mercato unico digitale, con l’obiettivo di garantire, al suo interno, la libera circolazione di merci, persone, servizi, capitali e dati, e di rendere, inoltre, più agevole ed equo l’accesso ai beni e ai servizi online, indipendentemente dalla nazionalità o dalla residenza degli utenti. Tale strategia si articola in tre ambiti d’azione che presentano, quale loro comune denominatore, la necessità di dare una risposta a quella trasformazione tecnologica che, oramai, riguarda tutti i settori della vita moderna, dall’istruzione al sistema di protezione sociale. Continua a leggere “Il mercato unico dell’Unione Europea nell’era digitale”

Il “Fiscal Monitor” del Fondo Monetario Internazionale

Di Francesco Paolo Marco Leti – Le recenti raccomandazioni del Fondo Monetario Internazionale hanno provocato forti reazioni nella politica nazionale, accompagnate da aspre critiche. Nodo centrale di tali polemiche è stato l’invito ad introdurre una tassazione più incisiva in materia di patrimoni e immobili. Continua a leggere “Il “Fiscal Monitor” del Fondo Monetario Internazionale”

La festa del lavoro: perché è importante continuare a dare un senso a questo giorno?

Di Mariangela Pullara – La comune opinione, oggi, vorrebbe non ci fosse nulla da celebrare, da ricordare, da preservare, in merito a quella che è conosciuta come festa del lavoro, la cui ricorrenza ricade il 1° maggio. Il motivo è legato ad una serie di elementi tra loro interconnessi tra cui: il crescente malcontento generato da uno dei più alti tassi di disoccupazione, un alto cuneo fiscale che scoraggia le aziende ad assumere – è recente l’analisi dell’Ocse secondo cui il nostro Paese è terzo per il peso del cuneo fiscale sul costo del lavoro – e riforme del lavoro che nel corso del tempo hanno ridotto le forti tutele conquistate durante il corso degli anni Settanta-Ottanta. Continua a leggere “La festa del lavoro: perché è importante continuare a dare un senso a questo giorno?”