Chi sono i nuovi schiavi?

Di Valentina Pizzuto Antinoro – Il 2 dicembre si celebra la Giornata mondiale per l’abolizione della schiavitù per ricordare il giorno in cui l’Assemblea Generale dell’ONU approvò la Convenzione per la repressione del traffico di persone e dello sfruttamento della prostituzione altrui (1949). Nonostante i 70 anni dall’approvazione della Convenzione e l’illusione che il fenomeno sia quasi del tutto debellato, la schiavitù è un problema ancora molto diffuso nel mondo. Continua a leggere “Chi sono i nuovi schiavi?”

Annunci

Problema sicurezza: panacea di tutti i mali in un’Italia alla deriva

Di Sara Sucato – Panacea, nel mito greco, rappresentava la personificazione della guarigione universale e onnipotente. Oggi il termine indica una sostanza, una soluzione in senso lato, in grado di curare tutte le malattie e risolvere problemi molto complicati. Tuttavia, è ancora possibile credere che un unico rimedio basti ad arginare situazioni difficili, che presentano cause e conseguenze diverse? È possibile proporre una soluzione ignorando l’origine stessa del problema? Continua a leggere “Problema sicurezza: panacea di tutti i mali in un’Italia alla deriva”

Yemen: «un inferno sulla terra» che il mondo sembra voler dimenticare

Di Clara Geraci – Sono passati poco più di tre anni da quando, il 25 marzo 2015, i primi raid aerei dell’operazione “Decisive Storm” hanno dato il via al disastro dello Yemen. Tre anni di guerra senza quartiere e senza regole. Continua a leggere “Yemen: «un inferno sulla terra» che il mondo sembra voler dimenticare”

La prima dichiarazione d’amore

Di Gaia Garofalo – Nel mondo si ha una responsabilità per essere se stessi. Col primo vagito porti la tua prima dichiarazione di esistere: Mariasilvia Spolato, 83 anni ha tenuto sulle spalle questo fardello con dignità fino alla sua morte dentro le mura della sua stanza tappezzata di libri presso una casa di riposo a Bolzano, perché è stata la prima italiana nel 1972 a dichiararsi lesbica. Continua a leggere “La prima dichiarazione d’amore”

Così succede, e così si cambia, in Pakistan

Di Silvia Scalisi – In Pakistan succede che una donna assetata non possa bere, neppure toccare, lo stesso bicchiere d’acqua che poi passerà alle sue compagne, in un’afosa giornata estiva di duro lavoro nei campi. In Pakistan succede che un banale litigio verbale possa portare in carcere. In Pakistan succede che per una frase definita scomoda si possa essere condannati a morte per blasfemia. In Pakistan, succede. Continua a leggere “Così succede, e così si cambia, in Pakistan”

Riace: un modello da proteggere, ora più di prima

Di Valentina Pizzuto Antinoro – Oggi gli abitanti di Riace sono circa 2000, un terzo è rappresentato da immigrati provenienti da circa 20 Paesi. In vent’anni la popolazione è più che raddoppiata, non solo per gli stranieri che entrano a far parte dei progetti di accoglienza (circa 400), ma anche grazie a molti cittadini riacesi che scelgono di tornare nella loro Riace rinata. Continua a leggere “Riace: un modello da proteggere, ora più di prima”