Margaret Thatcher, lady dal pugno di ferro e lungimirante euroscettica

Parlando di donne che hanno lasciato un segno nella storia, non si può prescindere dal considerare figure del calibro di Margaret Thatcher, primo ministro britannico dal 4 maggio 1979 al 28 novembre 1990. Continua a leggere “Margaret Thatcher, lady dal pugno di ferro e lungimirante euroscettica”

Jacinda Ardern: la Premier che ha conquistato il cuore dei neozelandesi

Jacinda Ardern, sarà alla guida del governo della Nuova Zelanda: a soli 37 anni, è la seconda donna a essere prima ministra. Nata il 26 luglio 1980 ad Hamilton, una cittadina del nord della Nuova Zelanda e laureatasi nel 2001, ha lavorato come ricercatrice nell’ufficio dell’ex premier laburista Helen Clark, che l’ha sostenuta in campagna elettorale. Continua a leggere “Jacinda Ardern: la Premier che ha conquistato il cuore dei neozelandesi”

Femminismo di ieri e di oggi: i nuovi limiti e le nuove battaglie delle donne

La storia ufficiale del femminismo inizia nell’Ottocento ed è divisa in tre diverse fasi – dette “ondate” – che vedono come protagoniste generazioni di donne decise a battersi per i propri diritti. Ogni ondata ha portato con sé nuove priorità e nuovi metodi. La questione della parità di genere approda già nel Settecento con la Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina scritta da Olympe de Gouges nel 1791, in piena Rivoluzione Francese. Continua a leggere “Femminismo di ieri e di oggi: i nuovi limiti e le nuove battaglie delle donne”

Vittime di violenze, vittime due volte: l’aggressione e il dolore della ‘colpa’

La colpevolizzazione della vittima o victim blaming è l‘atteggiamento di chi ritiene che la vittima di un crimine o di un’ingiustizia sia colpevole parzialmente o completamente di quanto le è accaduto. L’esempio palese di questa tendenza è manifestato quando si affronta il tema dello stupro. In questo caso specifico la colpevolizzazione è legata alla sessualità femminile: la colpa è tua perché hai mostrato parti sensuali del tuo corpo. La conseguenza più grave e nociva di tutto ciò, è l’impunità dei colpevoli: questo disagio psicologico spesso induce la vittima stessa ad auto colpevolizzarsi e, di conseguenza, a non denunciare. Continua a leggere “Vittime di violenze, vittime due volte: l’aggressione e il dolore della ‘colpa’”

Golda Meir: l’unica donna Premier d’Israele

Venuta al mondo come Golda Mabovitz, fu il padre fondatore di Israele Ben Gurion,  a imporle un cognome che suonasse più “ebraico”: Meir, che significa “illuminato”. Continua a leggere “Golda Meir: l’unica donna Premier d’Israele”

Il corpo delle donne indigene Peruviane come strumento di politica economica

In Perù, il presidente Fujimori, in carica dal 1990 al 2000, mise in atto un programma di sterilizzazioni forzate nei confronti d’indigeni, appartenenti alle etnie quechua e aymara, in nome di un «piano di salute pubblica». Continua a leggere “Il corpo delle donne indigene Peruviane come strumento di politica economica”

Oriana Fallaci: la giornalista del coraggio e della libertà

Une femme, une vie. Undici anni e Oriana Fallaci ha lasciato un vuoto prematuro nel mondo intero, difficile anzi impossibile da colmare. L’Alieno, come lei stessa amava definirlo, il cosiddetto ‘brutto male’, ce l’ha strappata via mentre aveva ancora tanto e tanto da insegnare a ognuno di noi, uomo o donna che sia. Come racchiudere in poche battute Oriana Fallaci? Definirla è impossibile, non servono semplici etichette, non era semplicemente una giornalista, una scrittrice, una donna, una compagna: Oriana è un mito. Continua a leggere “Oriana Fallaci: la giornalista del coraggio e della libertà”