Tempo di lettura: 1 minuti

Rinviata l’edizione 2020 della corsa all’alba “Run 5.30”

 

Run 5.30 nasce nel 2009 a Modena, da un progetto del pubblicitario Sergio Bezzanti e della biologa nutrizionista Sabrina Severi. Non si può considerare una “fun run” né una manifestazione “podistica” tanto meno un evento di massa, bensì un progetto Made in Italy che coinvolge diversi Istituti scolastici, Fondazioni e che si svolge all’interno dei centri storici di numerose città italiane e straniere.

È una corsa o camminata non competitiva con partenza fissata alle 5.30 del mattino di un giorno feriale primaverile. Lo scopo principale è quello di far iniziare la giornata in modo diverso a tutti gli amanti di questo stile di vita, respirando aria pulita in assenza del traffico tipico delle ore di punta e non togliendo tempo né al lavoro né alla famiglia.

In merito alle origini e all’evoluzione degli eventi 5.30, Sergio Bezzanti, Sabrina Severi e Francesca Gravina hanno raccontato nel loro libro “Ricette ed esperienze da un evento di successo” che «attraverso la Run 5.30 (quella originale) il running italiano è riuscito a spingere i confini in una nuova dimensione, dove l’agonismo convive con l’emozione di esserci e la ricerca della salute, con una formula che per semplicità e novità, si pone con un linguaggio universale, capace ad esempio di raggiungere anche i giovani e i giovanissimi, di solito assenti alle corse domenicali tradizionali».

A Settembre 2009 è iniziato il progetto “5.30 scuola” al fine di sensibilizzare maggiormente gli studenti e invogliarli a partecipare. L’obiettivo è stato raggiunto in quanto nei successivi cinque anni la “5.30 scuola” si è diffusa esponenzialmente, come riportato sul sito Run 5.30: «nel 2014, 1500 ragazzi/e provenienti da istituti professionali, tecnici e licei della nostra città, erano con noi a camminare e correre all’alba di venerdì 6 giugno (poi sono andati a scuola a piedi!)».

Run 5.30, può essere definito un marchio d’esportazione, dato che eventi simili si sono già svolti nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Quest’anno, però, tutte le corse e camminate previste sono state rinviate al 2021, a causa dell’emergenza Covid-19. La notizia ufficiale del rinvio è stata data lo scorso 3 aprile, durante una diretta sulla pagina Facebook Run 5:30 Italia, nella quale, oltre agli stessi Bezzanti e Severi, è intervenuta Luisa Balsamo, maratoneta palermitana e organizzatrice della 5:30 Palermo, nota anche come “la regina del deserto”. I tre hanno spiegato le ragioni che li hanno spinti a rinviare l’edizione 2020 che, fra le tante tappe, si sarebbe dovuta tenere in data 22 maggio a Palermo.

Run 5.30 Palermo 2019

A Palermo, secondo quanto dichiarato da Luisa Balsamo, il capoluogo aveva risposto in modo significativo all’evento, anche perché – secondo la stessa organizzatrice – la maglietta sarebbe stata rosa-nero, proprio come quella del Palermo Calcio. Luisa ha ringraziato i tanti sponsor, appassionati anch’essi alla 5.30, nella speranza di un loro sostegno anche per il 2021. La stessa speranza traspare dal messaggio rivolto sulla pagina Facebook Run 5.30 Italia a tutti i sostenitori e ai partecipanti: «nel 2021 correremo all’alba con la gioia di chi ha saputo superare la crisi di questi giorni, con senso di responsabilità e appartenenza».


 
error: Content is protected !!