Le azzurre tornano sul podio

Di Daniele Compagno – L’Italvolley femminile torna sul podio Europeo dopo 10 anni. Archiviata la delusione per la finale mancata dopo il ko di sabato contro la Serbia (proclamate ieri nuove campionesse europee), le azzurre allenate da Davide Mazzanti grazie al 3-0 inflitto alla Polonia (25-23 25-20 26-24) hanno conquistato la medaglia di bronzo e festeggiato così il terzo posto dieci anni dopo l’oro di Lodz.

Di quella squadra l’unica reduce è Lucia Bosetti, per le altre 13 atlete italiane si tratta della prima medaglia in un Europeo. Stesso discorso per il commissario Davide Mazzanti che, alla sua seconda rassegna continentale sulla panchina tricolore, ha riportato le azzurre tra le prime tre d’Europa. Il grande merito di capitan Chirichella e compagne è stato quello di lasciarsi alle spalle la sconfitta contro la Serbia e trovare le giuste energie per battere la Polonia. Le azzurre si sono prese la rivincita della sfida di Lodz, quando nella fase a gironi le polacche vinsero 3-2.

La finale di ieri ha chiuso la stagione 2019 dell’Italia, un’annata più che positiva che oltre al Bronzo Europeo, ha portato soprattutto la qualificazione al grande appuntamento del 2020: i giochi olimpici di Tokyo. Nella partita di oggi le ragazze di Mazzanti hanno quasi sempre condotto il gioco. Il primo set ha visto le azzurre complicarsi la vita nel finale, mentre nel secondo Chirichella e compagne hanno imposto il proprio ritmo. Più combattuta la terza frazione, la Polonia si è portata avanti, prima di essere rimontata dalle vice campionesse mondiali. Il confronto serrato è durato sino ai vantaggi, quando l’Italia ha piazzato lo scatto decisivo verso la medaglia di bronzo.

“Siamo molto contenti di questa medaglia, è un’ulteriore testimonianza di come il nostro percorso stia andando avanti -commenta il ct Mazzanti-. Oggi sia per noi, sia per la Polonia non era facile, ho giocato poche finali 3°- 4° posto e devo dire che è una situazione strana. Dopo la semifinale abbiamo avuto poche ore per riorganizzare le idee e quindi penso sia stato un match difficile soprattutto a livello d’approccio. Per cercare di caricare le ragazze ho detto che oggi era il primo giorno dell’anno prossimo e quindi con questa gara iniziavamo a preparare le Olimpiadi. Possiamo dire che è stato un buon inizio”.

Nella finalissima invece, la Serbia batte la Turchia al tie-break (21-25, 25-21, 25-21, 22-25, 15-13) dopo un match combattutissimo e si conferma campione d’Europa. Spinta dal pubblico dell’incandescente Sport Hall di Ankara, la Turchia guidata dall’italiano Giovanni Guidetti vince il primo set, poi subisce il ritorno della nazionale del ct Terzic – prima nel ranking mondiale – ma riesce comunque a recuperare al quarto set e a portare la sfida al tie-break.

La Serbia campione in carica

Nel set decisivo, le padrone di casa accarezzano uno storico primo trionfo portandosi sul 9-6, ma poco più tardi subiscono la rimonta serba. Vince ancora la Serbia, che in semifinale aveva battuto appunto le nostre azzurre, pronte adesso a riposarsi e ripartire nel 2020 con un unico obiettivo: conquistare Tokyo.


Annunci

Eco Internazionale

Attualità Internazionale | Società | Cultura | Personaggi

Commenta

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: