Le debolezze dei Millennials come punto di forza dell’esercito britannico

Di Marco Tronci – Non sarà più il baffuto Lord Kitchener, generale britannico durante le guerre boere e protagonista del più noto poster di reclutamento durante la Grande Guerra dal titolo risonante “Britons wants you”, a chiamare alle armi i giovani inglesi.

Britons Wants you. 1914.La campagna di reclutamento lanciata negli ultimi mesi dall’esercito di Sua Maestà cambia rotta; niente più patriottismi bensì luoghi comuni e stereotipi riguardanti le nuove generazioni

I poster affissi nelle città britanniche, che richiamano quelli utilizzati durante l’ultimo conflitto mondiale, fanno leva sui problemi e sulle debolezze che avvolgono i ragazzi di oggi, la Generation Z che va dai 16 ai 25 anni, al fine di avvicinarli ancor di più alle carriere militari.

Messaggi come “me me me millennials”, “phone zombies” e “binge gamers” – ovvero l’egocentrismo che caratterizza i millennials, la dipendenza da smartphone e video games – sostituiscono i vecchi slogan in uso in tempi bellici.

L’inusuale ma geniale campagna mira allo svecchiamento fra i ranghi dell’esercito reale, oltre a dare spazio e opportunità lavorative ai tanti giovani inglesi, compresi quelli di seconda generazione. Un nuovo tipo di comunicazione che rompe gli standard dei più tradizionali metodi di arruolamento. 

CENTRASBAT 2000“Your Army needs you” suona come una strigliata a rimboccarsi le maniche e “fare la differenza come parte di una squadra innovativa e inclusiva”, come ha dichiarato il Segretario alla Difesa Gavin Williamson. Una valida occasione per sfatare quei cliché che ruotano attorno al termine millennials.

Attualmente l’esercito britannico, che ammonta a circa 112 mila unità fra effettivi e riserve, è impegnato su più versanti. Dalle missioni di supporto alle forze locali in Belize, Canada e Brunei ai teatri più caldi dell’Iraq e Afghanistan, nel contrasto al terrorismo.


 

 

Annunci

Un pensiero riguardo “Le debolezze dei Millennials come punto di forza dell’esercito britannico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...