Ecosia, un albero ogni clic

Di Martina CostaEcosia è un motore di ricerca online, ma è anche un progetto, un fine e allo stesso tempo un mezzo, per un più ampio scopo: la salvaguardia dell’ambiente. Con Ecosia infatti per ogni ricerca viene piantato un albero.

Ecosia.org nasce nel dicembre del 2009 per mano di Christian Kroll, giovane tedesco allora ventiseienne, in seguito a dei viaggi in giro per il mondo. Negli anni si è fatto conoscere, ricevendo numerosi riconoscimenti e aumentando esponenzialmente il numero di utenti.

L’interfaccia del motore di ricerca somiglia notevolmente a quella del colosso Google, ma la mission è notevolmente diversa. È un’impresa verde con una finalità solidaristica ed ambientalistica. I suoi ricavi sono misurati in relazione all’impatto che viene dato all’ambiente e alle persone. L’obiettivo non è quindi massimizzare il profitto, ma la tutela e la salvaguardia dell’ambiente.

Si definisce un’impresa a vocazione sociale e secondo i suoi valori chiave intende fornire un’utilità per l’utente e allo stesso tempo impegnarsi in soluzioni sostenibili a lungo termine, avendo come capisaldi l’onestà, l’autenticità e la trasparenza. L’obiettivo principale di Ecosia è combattere il cambiamento climatico. Per far ciò, ha deciso di operare attraverso il rimboschimento di alcune aree del mondo particolarmente a rischio. In tal modo è possibile piantare alberi per l’ambiente, contribuendo a un impatto positivo anche per le persone.

Ma allora, come funziona Ecosia? In tre semplici step possiamo dire che:

– l’utente fa le ricerche sul motore di ricerca

– quanto vengono visualizzati link pubblicitari, questi creano degli introiti per Ecosia

– queste entrate vengono investite nel rimboschimento.

Come ogni altro motore di ricerca, Ecosia quindi crea profitto grazie alla pubblicità online, ottenendo degli introiti ogni qual volta gli utenti cliccano sui link pubblicizzati. Ma in questo caso, l’80% dei ricavi provenienti dalle pubblicità vengono devoluti in progetti di riforestazione in tutto il mondo.

Ad oggi più di 19 milioni (19.977.830) sono gli alberi che si è contribuito a piantare, ma il numero è costantemente in aumento (https://info.ecosia.org/what). Essendo la trasparenza uno dei valori chiave del motore di ricerca, nel suo sito è possibile monitorare i report mensili finanziari e le ricevute per la riforestazione. Ecosia ha cercato anche di risolvere la questione legata al consumo di energia che un motore di ricerca richiede, utilizzando energia pulita e rinnovabile.

Ecosia sostiene e monitora diversi progetti di riforestazione in più parti del mondo: i monti Usambara della Tanzania, il deserto del Sahara del Burkina Faso, i pendii vulcanici in Nicaragua, il Monte Saran in Indonesia, la regione di San Martin in Perù e le foreste costiere in Madagascar. Le opere di finanziamento di questi progetti avvengono tramite associazioni e team che lavorano in loco.

Come dicevamo, Ecosia è, nella sua visione più ampia, un progetto, che ha un fine da raggiungere entro il 2020: piantare un miliardo di alberi. Perché gli alberi? Semplice. Ci si è resi conto che gli alberi sono una risorsa inestimabile per il pianeta, contribuisce a una maggiore biodiversità e sicurezza idrica, ma anche per un’aria più pulita. Sappiamo che gli alberi assorbono CO₂, rilasciando invece ossigeno. Ma oltre a questa essenziale funzione, gli alberi sono un efficace rimedio naturale per un clima più fresco, suoli più protetti, contribuisco a un’economia stabile, oltre che a rendere le persone felici e sane. Essi sono inoltre un mezzo di sostentamento per miliardi di persone.

Un clic non contribuisce quindi solo a piantare un albero ma anche a «combattere i cambiamenti climatici, a far ripartire il ciclo dell’acqua, a trasformare i deserti in foreste fertili e a fornire cibo, lavoro, educazione, assistenza medica e stabilità politica ed economica».

Oggi internet è una realtà alla portata di tutti. Oggi abbiamo la possibilità di scegliere. Oggi fare una scelta critica, colorando di verde le ricerche online, può significare realizzare un effettivo cambiamento per noi, per gli altri, per l’ambiente.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...