Addio al Generale Zahreddine. La Siria piange l’eroe di Deir el-Zor

Di Marco Tronci – “Solo i morti hanno visto la fine della guerra”, scriveva George Santayana. Infatti la guerra contro l’ISIS è finita due giorni fa per il Generale Issam Zahreddine, classe 1961, storico comandante della 104ª Brigata paracadutisti della Guardia Repubblicana siriana.

Syrian_Republican_Guard_SSI
Stemma della 104ª Brigata paracadutisti della Guardia Repubblicana siriana

A riportare la notizia della sua morte, a seguito dell’esplosione di una mina, è il portale “Al Masdar News”. Il convoglio dove viaggiava il Generale era partito alla volta dell’isola di Saqr quando è avvenuto l’impatto mortale. Da tempo Zahreddine guidava le sue truppe contro i jihadisti per liberare il Paese; di lui si ricordano le numerose operazioni militari ad Aleppo, passando per Homs e per la liberazione di Deir el-Zor, la città che per oltre tre anni è stata sotto il controllo dei miliziani del Daesh.

Il suo lavoro, coadiuvato dall’intervento russo, ha garantito sicurezza e stabilità in tutta la regione, riuscendo a salvare numerose vite, tra cui numerosi civili.

La Siria perde così un tassello fondamentale in questa sanguinosa battaglia di liberazione dal Califfato. Le spoglie del Generale sono state accolte a Damasco da numerose persone ma la famiglia si riserva di non rispondere a manifestazioni di cordoglio. Zahreddine, sanzionato dall’Ue per crimini di guerra, per molti è considerato una leggenda, un condottiero da seguire.


Annunci

Eco Internazionale

Attualità Internazionale | Società | Cultura | Personaggi

Commenta

Annunci