Il Regno Unito

Ufficialmente denominato Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, è uno stato insulare situato nella costa nord-ovest del continente europeo. I suoi territori includono l’intera isola della Gran Bretagna (con al suo interno le regioni di Galles, Scozia e Inghilterra); una piccola porzione dell’Irlanda del Nord e numerose isole minori.

Con capitale Londra, ha una superficie di 242 521 kmÇ ed una popolazione di 64,5 milioni abitanti. La celebre monarchia inglese vanta una storia lunga otto secoli, fatta di luci e ombre, ma quasi sempre protagonista d’intraprendenza nello sviluppo di modelli democratici. Esempio lampante è la pubblicazione della Magna Charta Libertatum, risalente al 1215: documento all’interno del quale, per la prima volta in Europa e nel mondo, il re ufficialmente rinunciava a molte sue prerogative sovrane.

Ancora oggi – benché svuotata da poteri funzionali – i monarchi inglesi sono parte integrante del capitale culturale e molto vicini al cuore della popolazione; l’attuale regina, Elisabetta II, venne incoronata il 6 febbraio 1952.

Al 16° posto della classifica mondiale per la qualità di vita, il Regno unito vanta comunque risultati ottimi in numerose delle valutazioni sul benessere del Better Life Index*. La sicurezza personale, la società e la qualità dell’ambiente lo fanno essere in un’ottima posizione. I suoi cittadini delle aree urbane si trovano decisamente bene e considerano il Regno Unito un ottimo posto in cui vivere.

Tra i dati più rilevanti da ricordare inseriamo:

Lavoro: in termini di occupazione, nel Regno Unito, oltre il 73% delle persone di età compresa tra 15 e 64 anni ha un impiego retribuito: una netta superiorità rispetto al 57% registrato in Italia.

Educazione: il 79% degli adulti di età compresa tra i 25 e i 64 anni ha completato il ciclo di istruzione secondaria superiore, contro il 59% degli italiani. Le università Inglesi sono notoriamente di ottima qualità, per quanto si collochino come tra le più costose d’europa.

Ambiente: acqua ed aria risultano pienamente inquinate, non rispettando nel 2016 i limiti UE: specialmente nei riguardi della regione della capitale.

Salute: l’aspettativa di vita italiana risulta maggiore (83 anni contro gli 81 inglesi).

– Spese Militari: Italia 31,946,000,000$ all’anno, 1.3% di PIL – Regno Unito 53.800.000.000 $ all’anno

Debito pubblico: Italia: 120.9% del PIL- Regno Unito: 88 % del PIL

Emissioni annuali di CO2 (in migliaia di tonnellate): Italia: 449,948 – Regno Unito: 587,261

L’equilibrio pregi-difetti di un paese fortemente industrializzato quale il Regno Unito è sicuramente instabile, non facendone certamente un paese perfetto in termini di qualità di vita, ma il paese rimane senza dubbio una delle maggiori potenze mondiali così com’è già da secoli.

Felicia Modica


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...