Un papavero rosso in ricordo dei caduti

“Nei campi delle Fiandre sbocciano i papaveri tra le file di croci che segnano il nostro posto: volano le allodole, cantando ancora con coraggio, appena udite in terra tra i colpi d’arma da fuoco”. 

Recita così il primo verso della poesia “Nei campi delle Fiandre“, scritta nel 1915 dall’ufficiale medico canadese John McCrae dopo aver assistito alla morte di un suo commilitone durante la Grande Guerra. Oggi questo componimento è diventato l’inno dedicato a tutti i militari caduti in battaglia.

L’11 novembre in tutti i paesi del Commonwealth e in alcuni stati europei, come Francia e Belgio, vengono osservati due minuti di silenzio. Si tratta del Remembrance Day o Giorno dell’Armistizio, istituito nel 1919 da Re Giorgio V in ricordo dei giovani soldati morti (circa 1 milione) durante la Prima guerra mondiale e dei vari trattati di pace che posero fine al conflitto.

“Le ostilità termineranno all’undicesima ora dell’undicesimo giorno dell’undicesimo mese”.

Si tratta di una giornata molto sentita, soprattutto in Canada e nel Regno Unito; autorità politiche, civili e militari usano indossare un papavero rosso, “poppy” in inglese, sul lato sinistro del bavero della giacca o dell’uniforme. Inoltre le più alte cariche dello Stato incontrano i veterani per porre delle ghirlande sui monumenti sepolcrali. Con il passar del tempo l’11 novembre ha acquisito maggior rilevanza poiché vengono commemorati anche i caduti della Seconda guerra mondiale e delle guerre più recenti.

Anche il mondo dello sport, a modo suo, osserva il “poppy day”. Staff, dirigenti e giocatori delle squadre calcistiche e di rugby inglesi, fortemente legati alle tradizioni, cuciono il poppy sulle loro divise, accanto allo stemma societario. E’ una forma di rispetto anche nei confronti di quegli atleti caduti durante i due conflitti mondiali.

L’emblema del papavero venne scelto perché questi fiori sbocciavano in alcuni dei peggiori campi di battaglia e il loro colore rosso, simbolo dello spargimento di sangue, ispirò le parole di McCrae. 

Oggi il papavero è messo in vendita dal Royal British Legion, una organizazzione benefica fondata da ex combattenti che aiuta i veterani di guerra. E’ un modo per non dimenticare e per finanziarsi.

Marco Tronci

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...