Franko B a Palazzo Lucarini: in scena il genere umano

Dopo aver affascinato il pubblico trevano con il workshop “Death and Romance. A Journey Through the Personal, the Political and the Poetic”, un laboratorio internazionale di performance curato direttamente da Franko B e svolto con la partecipazione di giovani performer da tutto il mondo che hanno superato un durissimo training di preparazione e concentrazione fisica ed emotiva – i risultati del quale sono stati mostrati il 3 Settembre a Palazzo Lucarini – l’artista ha inaugurato il 24 Settembre nella medesima location la sua mostra personale Death and Romance in the XXI Century, a cura di Maurizio Coccia.

Erano sei anni che l’eclettico performer non esponeva in uno spazio istituzionale italiano. Il palazzo di origine quattrocentesca, situato nel centro della cittadina umbra di Trevi, ospita al piano terra il Centro di arte contemporanea, gestito dall’associazione Palazzo Lucarini Contemporary, fondata nel 2007. Il centro ha il ruolo di osservatorio e di promozione dei vari aspetti dell’arte contemporanea, oltre che l’organizzazione di eventi didattici o espositivi.

Si legge dal comunicato stampa che “Sarà esposta la produzione più recente e appositamente realizzata per l’occasione: grandi sculture metalliche e statuaria (apparentemente) classica; teli ricamati e neon. Vi troveranno spazio tutti i temi cari all’artista: l’amore, il rispetto per la diversità, l’onestà, il disprezzo per le convezioni borghesi, l’insofferenza per l’ipocrisia del clero e della classe politica, antagonismo e pragmatismo, passione e lucidità. Insomma, tutte le contraddizioni dell’arte e del genere umano. La sintesi compatta e potente di un percorso pluridecennale e coerente.

Si rende noto inoltre che “All’interno della mostra, poi, Franko B svilupperà un progetto collaterale, Forms and Object: una mostra collettiva, da lui personalmente curata, dedicata ad alcuni artisti di varia provenienza. Eterogenea nei linguaggi e nelle scelte formali, la mostra è più lo specchio del gradimento estetico dell’artista che un progetto curatoriale “a tema”. Un modo insolito di vedere come l’immaginario creativo di un artista – le sue ossessioni, il suo repertorio formale – possa essere diverso dal suo gusto.”

L’operato di Franko B può sconvolgere, emozionare, far riflettere l’osservatore. Ma d’altronde cosa sarebbe l’arte contemporanea se non si perpetuasse la continua ricerca di un oltre? Nell’oceano da cui affiorano artisti e performer, Franko B merita interesse e curiosità: da punker trasferitosi a Londra, a body artist affermato in tutto il mondo.

Daniele Monteleone


Annunci

Un pensiero riguardo “Franko B a Palazzo Lucarini: in scena il genere umano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...